Iscriviti alla Newsletter:
Home
GIORNATA DELLA MEMORIA 9 ottobre
Mercoledì 25 Giugno 2014 14:17

VISUALIZZA GLI ARGOMENTI DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA

PROGETTO CONVEGNO PER LA CELEBRAZIONE DELLA GIORNATA NAZIONALE IN RICORDO DELLE VITTIME DEI DISASTRI AMBIENTALI ED INDUSTRIALI CAUSATI DALL' INCURIA DELL' UOMO

NAPOLI 9 OTTOBRE 2014

Contiamo di celebrare il convegno in un Istituto scolastico, un Liceo Scientifico possibilmente nella zona di Bagnoli.

Chiediamo il patrocinio gratuito del Comune e la presenza del Sindaco.

Da tempo, circa due anni siamo in contatto con associazioni e istituzioni pubbliche, gradiremmo realizzare il sogno... di avere a Napoli i rappresentanti dei Comuni d'Italia maggiormente colpiti, con a seguito il Gonfalone e pertanto è necessario coinvolgere il Cerimoniale del Comune di Napoli. Come associazione comunicheremo i contatti sia telefonici che di posta elettronica, l'invito a nostro parere dovrebbe essere contestuale. Napoli è una grande metropoli, ed è la capitale culturale del Sud.

Abbiamo contattato la dott.ssa Spadaccini Rosanna della Direzione Regionale per i beni Culturali e Paesaggistico della Campania, che ha dato il suo assenso di massima.

Abbiamo chiesto il Patrocinio e la partecipazione del Presidente del CNR prof. Luigi Nicolais.

Abbiamo incontrato di persona a Napoli il prof. Massimo Menegozzo del Servizio Medicina del Lavoro, al vecchio policlinico in piazza Miraglia, chiederemo di intervenire come relatore. Inviteremo i responsabili nazionali dell' ambiente e dell'istruzione, nella legge è scritto chiaramente che nelle scuole di tutti i gradi, i Dirigenti scolastici devono impegnare gli studenti a partecipare. Abbiamo invitato è sarà presente l'On. Sabina Rossa, a lei dobbiamo la legge. E' stato contattato l'assessorato regionale della Puglia, alla cultura e al Mediterraneo. Parteciperà come relatore il dott. Ennio Di Francesco già ufficiale dei Carabinieri e Dirigente della Polizia di Stato. Presidente dell' Associazione Emilio Alessandrini. Autore del libro "Un Commissario. E' un mosaico che col passare dei giorni andrà prendendo forma, è necessario crederci ed impegnarsi, a tutti i livelli. Il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti ha dato la disponibilità.

Abbiamo contattato i Dirigenti scolastici dei Licei Copernico e Labriola.

Abbiamo chiesto la partecipazione dei Ministri e il patrocinio dei Ministeri della Pubblica istruzione e dell' Ambiente

Non appena il Sindaco Luigi De Magistris darà parere favorevole, informeremo le associazioni che hanno aderito al progetto.

Ringraziamo e salutiamo cordialmente la dott.ssa Cinzia Sammarco per la collaborazione e la gentilezza.

Foggia, 9 giugno 2014 Mario Arpaia

LEGGE 14 giugno 2011, n. 101

Istituzione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dei disastri ambientali e industriali causati dall'incuria dell'uomo.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato:

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga

la seguente legge:

Art. 1

1. La Repubblica riconosce il giorno 9 ottobre come Giornata nazionale in memoria delle vittime dei disastri ambientali e industriali causati dall'incuria dell'uomo.

2. La Giornata nazionale di cui al comma 1 è considerata solennità civile ai sensi dell'articolo 3 della legge 27 maggio 1949, n. 260. Essa non determina riduzioni dell'orario di lavoro negli uffici pubblici né, qualora cada in giorno feriale, costituisce giorno di vacanza o comporta riduzione di orario per le scuole di ogni ordine e grado, ai sensi degli articoli 2 e 3 della legge 5 marzo 1977, n. 54.

Art. 2

1. In occasione della Giornata nazionale di cui all'articolo 1 possono essere organizzati sul territorio nazionale, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, manifestazioni, cerimonie, incontri e momenti comuni di ricordo dei fatti accaduti e di riflessione sui fatti medesimi, anche nelle scuole di ogni ordine e grado, al fine di promuovere attività di informazione e di sensibilizzazione e di sviluppare una maggiore consapevolezza dei rischi connessi ad interventi che alterano gli equilibri del territorio e della necessità di tutelare il patrimonio ambientale del Paese.

Art. 3

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addì 14 giugno 2011

NAPOLITANO

Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri

Visto, il Guardasigilli: Alfano

Scritto da MARIO ARPAIA MICAELA COLETTA   
PDF
Stampa
E-mail