Iscriviti alla Newsletter:
Home
PATTO PER L’ABRUZZO RESILIENTE – SICUREZZA SCUOLE E TERRITORIO
Martedì 02 Ottobre 2018 14:24

log.jpg

Ai Comitati Nazionali delle Tragedie di Stato

PATTO PER L’ABRUZZO RESILIENTE – SICUREZZA SCUOLE E TERRITORIO

Carissimi amici, ci presentiamo con coloro che non ci conoscono ancora.

Siamo un gruppo di madri abruzzesi, di volontariato, indipendente, neutrale e di studio che cerca di costruire una rete di comunicazione, scambio e sensibilizzazione fra i cittadini e di fornire supporto pratico agli enti istituzionali locali e ai dirigenti scolastici, al fine di accelerare i tempi e le modalità di partecipazione attiva alla riduzione del rischio legato alle catastrofi; nonché individuare e proporre iniziative in materia di sicurezza del cittadino, tutela del territorio e di realizzazione di edifici scolastici a norma antisismica.

 

L’obiettivo principale del P.A.R. é di promuovere la cultura della “Resilienza” in seno alla società civile e ai servizi sociali, in favore di una migliore protezione della popolazione, con un’attenzione particolare per le categorie più a rischio come i minori.

Nel corso degli anni l’Italia, e pertanto l’Abruzzo, ha riconosciuto le proprie responsabilità in materia di prevenzione dei rischi legati alle calamità naturali e di sicurezza del cittadino e del territorio, attraverso la firma di varie convenzioni internazionali che prevedono l’obbligo di raggiungere i seguenti obiettivi entro il 2030:

  1. SCUOLE SICURE E RESILIENTI ALLE CATASTROFI
  2. GESTIONE DEL RISCHIO DA CATASTROFE
  3. EDUCAZIONE ALLA RESILIENZA

Conoscete tutti la tristissima storia di San Giuliano di Puglia e purtroppo come in tutte le altre precedenti e successive niente è cambiato, le normative non sonomai state applicate e non sono fatteper essere sanzionabili!!

Nonostante gli impegni e le responsabilità assunte formalmente, attraverso la firma delle convenzioni, si constata ancorauna grave negligenza delle autorità nazionali, regionali, provinciali e comunali su tutto il territorio italiano nel rispetto e nella realizzazione degli impegni assunti dallo Stato in quanto membro della Comunità Internazionale e responsabile principale della protezione dei suoi cittadini.

Nessuna tutela per il cittadino, dalla scuola, al posto di lavoro, alla vacanza, in viaggio, nella propria casa. Nessun luogo della nostra nazione è preparato nemmeno ad affrontare un’emergenza.

In questa nazione non si è mai fatta prevenzione, mai programmazione, mai pianificazione!!!

Questa situazione continua ad allarmare e purtroppo continua a mietere vittime innocenti.Non possiamo continuare a vivere nell’indifferenza, pensando che queste cose accadano agli altri.

Non possiamo per rispetto delle troppe vite spezzate e per tentare di dare ai figli un futuro diverso.

Conoscervi è stato condividere un dolore che ci ha cambiato.E’ una lotta da cui non possiamo sottrarci, da cittadine e soprattutto da madri.Vogliamo poter essere insieme a voi la FORZA TRAINO di un cambiamento concreto, un cambiamento oramai necessario e non più prorogabile!!!!!

In occasione della giornata Nazionale della Sicurezza degli edifici scolastici, la nostra Associazione PAR – Patto per l’Abruzzo Resiliente, realizzerà una serie di eventi per richiamare l’attenzione di Istituzioni locali, nazionali e cittadini, sulla necessità di mettere in sicurezza le scuole, le infrastrutture e il nostro territorio.

Il progetto partirà da Pescara, a novembre e si concluderà nella prossima primavera con la formazione nelle scuole. Il primo appuntamento è la realizzazione di un’opera d’arte muraria, realizzata da Francesco Camillo Giorgino, in arte Millo, artista di fama mondiale legato alla città di Pescara, che attraverso la street art riporta l’attenzione sociale nei luoghi che meritano di essere valorizzati.Il lavoro verrà eseguito su una scuola simbolica della città, Borgo Marino, situata nell’antico quartiere di pescatori che ha in sé una comunità tuttora coesa e forte, che non vuole disperdersi né disperdere il patrimonio di tradizioni marinare che con essa è cresciuto.Una scuola mal ridottachesarà la culla di un’azione dal peso comunicativo, per localizzazione e messaggio che genitori e artista vogliono imprimere nelle coscienze dei responsabili della sicurezza dei cittadini di tutte le età.

Durante il cantiere,il lavoro sarà visitabiledal 09 al 16 novembre ca, dai cittadini e dalle scuole di ogni ordine e grado, per offrire un’occasione per riflettere sulle risorse territoriali, le vulnerabilità ma anche la necessità oggettiva di progettare un futuro fondato sulla prevenzione attraverso la pianificazione integrata e partecipata.

A conclusione dei lavori, in data domenica 18 novembre c.a., aPiazza della Rinascita, dalle ore 10:00, si terrà un confronto tra cittadini. La nostra Piazza la domenica è molto frequentata ed è di passeggio.

Parleremo alla gente e chiediamo la Vostra preziosissima partecipazione perché vorremmo che questa iniziativa aprisse, con le Vostre testimonianzee la riflessionesu argomenti che non possono essere più messi in secondo piano.

Saranno inviate Autorità, media e stampa nazionali e locali per tutta la durata dell’evento, per riportare l’attenzione sul percorso già in atto con tutte le Associazioni.

Nel rispetto di tutte le vite perse, siamo fiduciose che venga posta la giusta e meritata attenzione all’argomento, che la nostra iniziativaabbia risonanza e sia un’altra delle tappe del percorso che è iniziato per far capire alle istituzioni nazionali che non possiamo più stare in silenzio, non siamo invisibili.

Invitiamo pertanto, tutte le Associazioni e Comitati Nazionali dei familiari delle vittime di tragedie che non possono essere dimenticate: Comitato Matteo Valenti 08/11/04, Incidente Ferroviario Andria 12/07/16, Vite Scosse 20-29 maggio 2012 Emilia Romagna, Comitato Vittime della Scuola di San Giuliano di Puglia 31/10/02, Comitato Familiari Vittime Casa dello Studente L’Aquila 06/04/09, Associazione 309 Martiri de L’Aquila e Fondazione 6 aprile 06/04/09, Il Mondo che Vorrei Strage di Viareggio 29/06/09, Il Sorriso di Filippo, Amatrice 24/08/16, Le madri della Terra dei fuochi (a tutt’oggi), Genitori Tarantini (a tutt’oggi), Io sono 141 Moby Prince 10/04/91, Tyessengroup 05-06/12/2007, Adele Chiello mamma di GiuseppeTusa Genova 07/05/2013 e tanti altri che non hanno subito queste drammatiche esperienze ma lottano affinché non accadano ancora.

Le madri abruzzesi. P.A.R. Patto per l’Abruzzo Resiliente

sede legale Via Po 17 Sambuceto 66020 San Giovanni Teatino CH

sede operativa Via Campo di Giove 25 65124 PESCARA

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Marzia Foglietta +3933881374

Scritto da pattoabruzzoresiliente@gmail.com   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna