Iscriviti alla Newsletter:
Home
APPELLO AL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE
Domenica 21 Ottobre 2018 07:23

LA STRUTTURA DI COMPARTO NAZIONALE
DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA FLC CGIL
 
Esprime  profondo dissenso rispetto alla decisione  dell’Amministrazione comunale di Lodi di escludere dal servizio di mensa scolastica i bambini stranieri extracomunitari perché le loro famiglie non sono in grado di dimostrare di essere in condizione di indigenza   anche nel Paese di origine.
Mentre a tutti gli altri utenti italiani e stranieri provenienti da paesi UE viene richiesta una semplice autocertificazione, proprio agli utenti più deboli si richiede una certificazione che essi non sono in grado di produrre e si consuma così una delle più gravi e odiose discriminazioni, in violazione dei  più elementari diritti  di inclusione e protezione  che la Costituzione  italiana e il diritto internazionale riconoscono incondizionatamente all’infanzia, specie se in situazione di disagio e povertà.


 
La scuola pubblica  italiana è luogo simbolo di democrazia,  inclusione e accoglienza e non deve trasformarsi, proprio per i soggetti più bisognosi di protezione,  in  luogo di discriminazione e separazione.
Non è questo l’ambiente in cui far crescere le giovani generazioni.
 
I dirigenti scolastici della FLC CGIL chiedono perciò al Ministro dell’Istruzione un intervento immediato affinché siano riammessi a fruire della mensa tutti i bambini di Lodi esclusi, a difesa del loro diritto allo studio  e di quello di tutte le bambine e i bambini che frequentano le scuole della Repubblica, comprese quelle del comune di Lodi e di ogni altro comune italiano, nel rispetto della Costituzione italiana, delle finalità educative del sistema scolastico italiano, delle  specifiche Linee guida del MIUR per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri, del diritto di tutte le bambine e i bambini a vivere  un’esperienza educativa serena e felice.
 
I dirigenti scolastici della FLC CGIL invitano tutti a condividere  con la loro firma  l’appello al Ministro dell’Istruzione, in difesa dei valori costituzionali della democrazia, dell’inclusione, del diritto allo studio per tutti.
 

Scritto da FLC CGIL   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna