Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie Sequestrato a Pinerolo l'asilo nido degli orrori
Sequestrato a Pinerolo l'asilo nido degli orrori
Giovedì 11 Novembre 2010 15:32

Asilo_nido_a_Pinerolo

Denunciate a piede libero le tre donne che gestiscono la struttura. Bambini picchiati, insultati, chiusi nel camino dietro una grata

di MEO PONTE

Sequestrato a Pinerolo l'asilo nido degli orrori

Picchiano, insultano, maltrattano i bambini. Li chiudono per punizione dietro a una grata nel camino. Li costringono a dormire in bagno e a mangiare il cibo che hanno prima vomitato.

L'asilo nido il Paese delle Meraviglie di Pinerolo, è stato sequestrato oggi pomeriggio per ordine del gip Alberto Giannone e denunciate a piede libero per maltrattamenti le tre donne che lo gestiscono Francesca Panfili del 1974, Elisa Griotti del 1977, e Di Maria Stefania del 1982.

 

L'indagine, iniziata nel febbraio scorso, e coordinata dal pm di Pinerolo Ciro Santoriello, è partita dalla denuncia di quattro inservienti del nido che hanno anche girato filmati sui maltrattamenti che avvenivano all'interno dell'asilo nido privato di via Alliaudi. Gli inquirenti hanno verificato che le tre donne che in società gestivano l'istituto "maltrattavano ripetutamente la maggior parte dei suddetti bambini - scrive il gip nell'ordinanza - picchiandoli con oggetti sulla nuca, insultandoli, dicendo frasi tipo 'puttana puzzi come tua madre' sottoponendoli a vessazioni, costringendoli a mangiare il cibo che avevano prima vomitato a dormire in stanze al buio e in condizioni di assoluto isolamento. Facendoli piangere per lungo tempo senza informarsi del loro stato di salute e lasciandoli senza custodia per lungo tempo così che i bambini finivano per farsi male perché si aggredivano tra loro o in ragione della loro comprensibile incapacità di provvedere a se stessi".

Le tre donne non sono state arrestate perché il giudice non ritiene che esista pericolo di inquinamento delle prove né di reiterazione del reato.

Scritto da Quotidiano La Repubblica   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna