Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie "C’è una lacrima nascosta che nessuno mi sa disegnare" Fabrizio De André
"C’è una lacrima nascosta che nessuno mi sa disegnare" Fabrizio De André
Sabato 10 Marzo 2018 12:02
 
Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Caro il mio Fabrizio, io ti ho ammirato, anzi ti ammiro, ci siamo incrociati nella vita, con Paolo Villaggio che era impiegato all'Ilva dove ho trascorso un po' di tempo a capire come girano certi ingranaggi, Luigi Tenco, Bruno Lauzi che girava per Sestri Levante sempre ingrugnito, Umberto Bindi, il grande Gino Paoli ma... ti devo dire amico mio che per certe persone io quella lacrima

nascosta la so disegnare con le parole, la vedo, il mio pensare gira gli angoli, si insinua pure nei più reconditi rifugi, nelle tane della mente femminile che a molti sono ignote, ho la mappa dell'amore, è un vecchio papiro, unico, in mio possesso, scritto in una lingua che solo io riesco a decifrare. Una cara e dolce amica, animo nobile, raro, cui tengo molto, di più, la ammiro e lei non lo sa ma pure l'adoro. Caro Fabrizio, spero non ti dispiaccia, che dico... una mente come la tua, può solo gioirne... cantaci una canzone ti prego.

Mauro Giovanelli - Genova
www.icodicidimauro.com

Immagine in evidenza: Le lacrime di Freya, Gustav Klimt

RIPRODUZIONE RISERVATA SE NON PER CONDIVISIONE INTEGRALE SU FACEBOOK

Scritto da Mauro Giovanelli   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna