Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie Prosegue al Centro Studi la mostra dedicata al set di "Mamma Roma"
Prosegue al Centro Studi la mostra dedicata al set di "Mamma Roma"
Giovedì 08 Novembre 2018 16:29
4ecedf31-828c-4cbd-a36e-433e12337b31.jpg
b7a02a30-b547-4e48-8716-8ff3e6b30efc.jpg
Prosegue al Centro Studi la mostra dedicata al set di "Mamma Roma"

Prosegue con successo la mostra "Mamma Roma di Piero Paolo Pasolini nelle foto di Divo Cavicchioli e Angelo Novi" che rimarrà al Centro Studi fino al 24 febbraio 2019. Già in queste prime settimane di esposizione sono stati moltissimi i visitatori che hanno ammirato i 62 scatti che compongono una mostra unica, con diverse fotografie esposte per la prima volta. Accanto agli ormai celebri scatti di Angelo Novi, compaiono infatti anche quelli di Cavicchioli, celebre fotografo di scena e titolare di un avviato studio per il quale Novi. La mostra, con ingresso libero, è aperta da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00, il sabato e i festivi al mattino dalle 10.30 alle 12.30 e al pomeriggio dalle 15.00 alle 18.30.

>> Leggi sul sito del CSPPP la notizia di approfondimento
 
 
Calabretto ricostruisce "L'Histoire du soldat" secondo Pasolini

A pochi giorni dal debutto sul palco del Teatro Verdi di Pordenone dell’Histoire di Stravinski "omaggio" a Pasolini, eseguita dall’Ensemble Zipangu e diretta dal maestro Fabio Sperandio, ci fa piacere segnalare il saggio dedicato da Roberto Calabretto all'avvincente ricostruzione di questo progetto filmico immaginato da Pasolini ma mai realizzato. L’Histoire du Soldat di Pier Paolo Pasolini del professor Calabretto, massimo esperto dell’uso della musica nelle opere pasoliniane, ripercorre la genesi dell’omonima opera di Igor Stravinski e della trasposizione in sceneggiatura destinata a diventare un film con protagonista Ninetto Davoli, se non fosse sopraggiunta la morte del poeta.
"Per conoscere il cinema di PPP": terzo ciclo di lezioni e proiezioni

Nella seconda metà degli anni ’60, Pasolini si indirizza ad un tipo di cinema che egli stesso definisce d’élite, scegliendo di non rivolgersi più al "popolo", all’indifferenziata società di massa, bensì ad un pubblico colto. Nascono così Teorema (1968) e Porcile (1969). Questo dittico, preceduto da Appunti per un film sull’India (1968), compone la terza parte del ciclo "Per conoscere il cinema di PPP" che prenderà il via venerdì 16 novembre nella sala incontri del Centro Studi di Casarsa. Questo ciclo di incontri e proiezioni è un momento formativo per docenti e studenti ma non solo organizzato dal Centro Studi Pier Paolo Pasolini con il sostegno della Regione FVG e del Comune di Casarsa della Delizia, e la collaborazione di Cinemazero e della ProLoco di Casarsa.

>> Approfondisci il ciclo di lezioni sul sito del CSPPP

Scritto da CENTRO STUDI PASOLINIANI   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna