Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie Jair Bolsonaro ha vinto le recenti elezioni presidenziali e i suoi discorsi razzisti
Jair Bolsonaro ha vinto le recenti elezioni presidenziali e i suoi discorsi razzisti
Domenica 02 Dicembre 2018 08:56
Cari amici,

domani è il Giving Tuesday, la giornata mondiale del dono, e vi scrivo per chiedervi se siete pronti a scendere in campo con noi in difesa dei popoli indigeni del Brasile. Come saprete, Jair Bolsonaro ha vinto le recenti elezioni presidenziali e i suoi discorsi razzisti rappresentano la più grave minaccia che i popoli amazzonici abbiano subito negli ultimi decenni.  

Per loro è un momento di terrore. E hanno ragione ad avere paura. Dopotutto, Bolsonaro è l’uomo che:
  • ha detto che è un peccato che le tribù brasiliane non siano state spazzate via anni fa.
  • ha promesso di aprire i loro territori a taglialegna e minatori.
  • ha dichiarato che per loro non ci sarà nemmeno "un millimetro" in più di terra protetta (anche se molti stanno ancora aspettando la restituzione dei territori ancestrali, come previsto per legge).
Ci aiuterete ad affrontare, insieme ai popoli indigeni, la battaglia più impegnativa della nostra storia? Dato che non accettiamo fondi da governi o aziende poco trasparenti, il tuo aiuto per noi è vitale per poter difendere le tribù del Brasile dagli attacchi ai loro diritti e alle loro vite.

Con il tuo sostegno possiamo:
  • Condurre campagne internazionali ben pianificate per fermare chi si sente istigato ad agire dal razzismo di Bolsonaro.
  • Investigare e denunciare taglialegna, minatori e allevatori che invadono le terre indigene.
  • Portare le atrocità commesse contro i popoli indigeni del Brasile all’attenzione dei media internazionali.
  • Utilizzare i nostri 50 anni di esperienza nel fare pressione per coinvolgere le istituzioni internazionali e ottenere cambiamenti reali.
Survival fu fondata nel 1969 proprio in risposta al genocidio degli Indiani amazzonici e all’epoca erano in molti a sostenere che i popoli indigeni del Brasile si sarebbero estinti di lì a poco. Ma grazie alla loro resistenza e resilienza, molti sono riusciti a sopravvivere e, laddove le loro terre sono state protette, anche a prosperare.

Ma questa nuova minaccia non ha precedenti.

A una mia collega che si trovava sul campo il mese scorso, i nostri amici hanno detto: "Resistiamo al furto delle nostre terre da più di 500 anni, e saremo ancora su questa terra per molto tempo anche dopo che Jair Bolsonaro avrà lasciato l'incarico. Combatteremo fino all'ultimo respiro per proteggerla."

Per favore, resta al nostro fianco, non solo per i popoli indigeni, ma anche per la natura e per tutta l’umanità. A essere in gioco non è solo la straordinaria diversità umana rappresentata dalle 350 tribù del paese, ma anche il futuro della foresta amazzonica.

Sono tempi bui. Ma siamo ottimisti. Le nostre campagne si sono dimostrate efficaci più e più volte. Non ci arrenderemo mai.

Sostieni il nostro lavoro con una donazione

Da parte di tutti noi di Survival, grazie.

Francesca Casella
Direttrice per l’Italia

PS:  Aiutaci a diffondere tra amici e conoscenti questo appello. Il passaparola è importantissimo. #RestiamoAlLoroFianco
Scritto da Francesca Casella   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna