Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie Antonio IOSA al Famedio di Milano
Antonio IOSA al Famedio di Milano
Mercoledì 25 Settembre 2019 05:58

famedio.jpg

Christian, Davide e Raffaella Iosa, ringraziano l’amministrazione Comunale di Milano e la Commissione Consultiva, per la decisione di iscrivere il nostro caro Antonio al Famedio, riconoscendo il suo impegno civile, sociale e culturale in favore delle periferie e dei quartieri più disagiati della città.

 

Milanese di adozione dal lontano 1951, cresciuto e vissuto nelle difficoltà delle periferie, ha fatto della Fondazione Carlo Perini un’istituzione culturale, divenuta ormai storica nella città di Milano, ed un punto di riferimento importante per il decentramento di una cultura di qualità e di eccellenza, a favore degli abitanti delle zone più disagiate.

 

Chiudiamo con le parole di Antonio, scritte molti anni fa, ma che sembrano di estrema attualità specie in questo momento storico in cui la città di Milano si sta trasformando e sta diventando uno dei principali poli attrattivi a livello mondiale; parole che sembrano altresì un appello, affinché le Istituzioni Locali proseguano con una linea politica che coinvolga sempre più le zone periferiche e disagiate della città, in un’ottica di promozione culturale e riqualificazione urbana, lasciando ai giovani il cammino della speranza:

 

“Gli abitanti dei quartieri di Milano, che popolano le periferie di questa grande area metropolitana, meritano un futuro migliore anche con una nuova progettualità culturale.

E il cammino della speranza è affidato alle nuove generazioni, alla quale diamo volentieri in eredità la continuità della nostra singolare esperienza, intessuta di confronto e di dialogo interculturale, ricca di studi e ricerche sul territorio urbano per valorizzare la “memoria identitaria storica ”, largamente presente dei quartieri di Milano.”

 

 

https://www.comune.milano.it/-/famedio.-decise-le-12-personalit%C3%A0-illustri-da-iscrivere-nel-pantheon-di-milano

 

Christian                Davide            Raffaella

Iosa

 

 
Scritto da Famiglia IOSA   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna