Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie Il movimento delle "SARDINE"sono antifascisti e di sinistra
Il movimento delle "SARDINE"sono antifascisti e di sinistra
Venerdì 22 Novembre 2019 07:28
 
sar.jpg
 

SENZA L’EMILIA-ROMAGNA DIVENTIAMO UN BUS SENZA AUTISTA

Bologna è la città dei giovani da sempre, la città del Dams, la città della fantasia al potere. Sono  creativi le “sardine” per lo più e vanno sostenuti con tutti i mezzi. Sono antifascisti, sanno che se vince Salvini, Bologna diventerà invivibile per loro. Addio notti bianche, un fiume di giovani tra la fontana del Nettuno e via Zamboni, la strada dell’ Università. Bologna è la città con la strada

Jazz, la musica dell’anima, suonata da Pupi Avati e il nostro Renzo Arbore.La città della buona cucina,l’ antica osteria, dal 1946 la Trattoria Trebbi offre una cucina tipica bolognese, conservando lo spirito tradizionale della città dei tortellini e della mortadella artigianale avvolta nella cotenna, la collina di San Luca, con le osterie, dove servono le frittelle con la coppa di testa e un buon bicchiere di sangiovese. Bologna è sinonimo di libertà e trasgressione, con il passaggio dell’ Emilia Romagna alla lega morirebbe per la seconda volta Federico Fellini e lo struggente AMARCORD di tutte le persone sensibili. L’Emilia Romagna ha da sempre anticipato i tempi. Nacque a Bologna il movimento del vaffa! Evaporato miseramente, spirito anticasta, non confermato appena giunti nelle stanze del potere. Le balere nacquero tra Bologna e Rimini, si ballava negli anni sessanta il ritmo e blues con la voce di Billie Holiday.

Le "sardine" hanno il loro manifesto e anche un marchio che stanno registrando all'ufficio europeo per la proprietà intellettuale per tutelarsi da falsi domini e profili. Diventano Doc e d'esportazione. Nuotano sino al mare del Nord e Oltreoceano. Le "sardine del Belgio" si stanno organizzando il 2 dicembre, quando Matteo Salvini sarà ad Anversa per incontrare il suo omologo fiammingo del partito nazionalista Vlaams Belang.

CasaPound va sciolta. Applicando le leggi vigenti. A chiederlo - dopo l'appello lanciato ieri dall'Anpi - sono ora anche i partiti di centrosinistra, i sindacati, le associazioni. Un fronte democratico largo al quale si uniscono personalità del mondo della cultura. "CasaPound è un'organizzazione fascista che fa uso della violenza e che fa dell'intimidazione lo strumento principale di affermazione politica". Raccolgono l'appello dell'associazione dei partigiani: "Fermare l'intolleranza applicando le leggi". In campo Saviano e Murgia.

Il movimento non diventerà un partito, sarà ce lo auguriamo la spina nel fianco dei partiti, li spingerà ad occuparsi dei problemi gravissimi del Paese, li spingerà a risolvere la questione Taranto, risanamento in chiave ecologica e la tutela del lavoro. La soluzione dell’ Alitalia, gravata dai debiti e dall’eccesso di personale.

L’anima del movimento è principalmente antifascista ed ecologista, il motivo che li ha spinti a scendere in piazza è stato, il tam tam, dei social, determinante, battiamoci e sosteniamoli, in particolare noi del Sud, assediati dalle mafie, Comuni grandi e piccoli vengono sciolti per mafia a giorni alterni, il lavoro è diventato merce rarissima, il degrado x è ai massimi storici. La raccolta differenziata non esiste, le mafie lucrano ingenti somme per lo smaltimento all’estero. I mezzi di informazione sono ostaggio dei partiti, silenziati o per lo più solo cassa di risonanza. Non nascono inchieste nei territori più degradati e pertanto siamo sepolti dai rifiuti. Non si riesce a togliere dalle strade i cassonetti, incendiati e capovolti di frequenza

Scritto da Mario Arpaia   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna