Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie In ricordo di Giuseppe Zamberletti
In ricordo di Giuseppe Zamberletti
Giovedì 28 Novembre 2019 07:18

AF1QipMZAuHcSh9psXvr7Z5Q99gUUBFjmLEpvYPi42lEw229-h160-k-no.jpg

In ricordo di Giuseppe Zamberletti, “padre” della Protezione civile italiana, i Vigili del Fuoco Volontari di Rovereto organizzano la proiezione della video - intervista al politico, scomparso pochi mesi fa, curata dal giornalista Paolo Tessadri. L'appuntamento è per venerdì 29 novembre 2019 ad ore 20.30 presso la sala Piave di Trentino Sviluppo in via Zeni a Rovereto. Alla serata interverranno l’ing. Nicola Salvati già Comandante Provinciale del Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Trento, il Comandante dei Vigili del Fuoco Volontari di Rovereto Marco Simonetti e Graziano Lucchi presidente della Fondazione Stava 1985 onlus.

 

Nominato nel 1982 quale Ministro per il coordinamento della da poco nata Protezione civile, Zamberletti fu chiamato a misurarne per la prima volta l’efficacia nel drammatico intervento in valle di Stava il 19 luglio 1985. 


 L’apertura della stagione di prosa 2019/2020 del Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento ha visto il debutto di “19 LUGLIO 1985. Una tragedia alpina”, spettacolo di OHT Office for a Human Theatre, realtà teatrale trentina. Scritto e diretto dal regista trentino Filippo Andreatta ha visto 5 repliche con il coinvolgimento di  oltre 2000 spettatori. La rappresentazione è stata prodotta dal Centro Servizi Culturali  S. Chiara di Trento e la scelta del Teatro Sociale quale palcoscenico per il debutto non è dovuta solamente alle necessità tecniche dell’allestimento - l’impianto scenico, infatti,  ha necessità di spazi nelle tre dimensioni che solo il Sociale e pochissimi altri teatri in regione possono garantire – ma è stata anche un modo per sottolineare quanto la catastrofe di Stava non sia stata un evento solo locale  ma una pagina drammatica dell’intero Trentino e della intera nazione.

La mostra intitolata “STAVA, 19 luglio 1985”, allestita presso lo Spazio Archeologico S.A.S.S. dalla Fondazione Stava 1985 e arricchita dalle immagini fotografiche di Dino Panato, ha rafforzato questo messaggio consentendo ai visitatori di ripercorrere genesi, cause e responsabilità della catastrofe. 


Il Centro Stava 1985, dopo la pausa di novembre, riaprirà domenica 8 dicembre.

Raggiungibile da Tesero sulla strada che porta a Pampeago, in località Stava, il Centro si avvale di un percorso didattico, di un breve film e di altri efficaci strumenti utili per comprendere come l’attività mineraria ha portato alla costruzione della discarica, perché è crollata e quali sono stati gli errori che hanno causato il disastro. Il Centro sarà aperto tutti i giovedì, le domeniche e i festivi dalle ore 15 alle ore 18. Nelle festività natalizie il Centro sarà aperto, con lo stesso orario, dal 26 al 29 dicembre e dal 2 al 5 gennaio.

Scritto da ww.stava1985.it   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna