Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie RIAPRIRE LA SCUOLA RIPARTE L'ITALIA
RIAPRIRE LA SCUOLA RIPARTE L'ITALIA
Mercoledì 06 Gennaio 2021 08:36

Screenshot_2021-01-06_La_lite_notturna_in_cdm_Azzolina_non_sei_la_scuola__Voi_dem_ci_prendete_in_giro_Rep.jpg

La lite notturna in cdm. "Azzolina, non sei la scuola", "Voi dem ci prendete in giro

Sulla ripartenza delle lezioni lo scontro tra la ministra 5S e quelli del Pd è degenerato. L'ira di Franceschini.

 L'accusa dei 5 stelle al Pd, è di avere agito in modo "subdolo" sulla scuola. Rimangiandosi patti appena siglati in nome di un non meglio esplicitato "problema politico". L'accusa del Pd al Movimento, è invece quella di comportarsi - anche su questo - in base a presupposti ideologici. Senza capire che la situazione del contagio sta cambiando e invita, ancora, alla prudenza. Ma il punto non è quanto fossero distanti le posizioni.

"Non si manda via l’uomo più popolare del Paese per volere del più impopolare"

La ministra Azzolina è una giovane tosta è decisa, una combattente, non si arrende, deve continuare a battersi per la giusta causa: il diritto sacrosanto all'istruzione come per la sanità. I due pilastri sul quale si regge lo Stato di diritto. I doppio giochisti sono annidati in tutti i partiti. Ha un vantaggio, è una donna che sa il fatto suo e lo fa valere con forza. Dobbiamo tutti noi sostenerla con

decisione, il comitato delle mamme è con lei. Il danno provocato alle famiglie con le scuole chiuse non ha prezzo. Facciamo studiare i nostri figli e nipoti, la cultura dopo la salute sono la vita. Le persone preparate è colte hanno tantissimi vantaggi , trovano più facilmente lavoro, si inseriscono meglio, aumenta in loro l'autostima. Non è un problema politico, è il futuro dell' intero Paese. Abbiamo per tanti anni lavorato nelle scuole, portanto le donne e gli uomini che si sono distinti nel loro lavoro. Magistrati, medici, giornalisti, storici, intelletuali, scrittori. Abbiamo fatto testimoniare i famigliari delle vittime, di tutte le tragedie che hanno attraversato il Paese negli ultimi quaranta anni. La scuola è l'immagine di un intero popolo. La scuola è una immensa Comunità. La scuola è una catena formata da tante maglie, insieme fanno girare il Mondo. La catena deve girare, quanto più veloce possibile in modo da realizzare quante più cose possibili, in un Mondo globalizzato e interdipendente. Se la catena di un Paese si spezza, gli altri continuano a correre, la distanza accumulata peserà inesorabilmente sul futuro. Non abbiamo materie prime, siamo trasformatori di ciò che riusciamo a comprare da altri Paesi. Abbiamo innata la fantasia nel creare, innovare ed esportare. Il Rinascimento fu possibile grazie alla genialità di artisti, artigiani, commerciati istruiti. Abbiamo bisogno come il pane di un secondo Rinascimento per vincere la guerra..., i soldi che arriveranno dall' Europa, devono servire a salvare il Paese dalla bancarotta.

IL COMMENTO DI UNA DOCENTE

Non condivido il tuo pensiero né sulla riapertura delle scuole, né sull'operato della Azzolina. In questo momento, c'è poco da dire, tornare in classe è pericoloso. La Dad funziona, soprattutto con i ragazzi delle scuole superiori. Metterei da parte le questioni politiche, e i vari tentativi di occupare la scena, portati in piazza da questi "signori" della politica. Spero e confido nella saggezza di Michele Emiliano, almeno fino a quando non sia garantito l'accesso al vaccino, a tutti gli operatori della scuola: docenti, alunni e collaboratori. Dopo la sanità viene l'istruzione...poi possiamo ricominciare a parlare di "ritorno". Fino a questo punto, invece, mio malgrado, ho ascoltato solo uno straparlare da parte di gente che non ha avuto alcuna competenza gestionale, prima che conoscitiva, dei fatti che stiamo vivendo, da circa un anno a questa parte. Vergogna!!!
 
A.P.
Scritto da Mario Arpaia   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna