Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie NE VALEVA LA PENA
NE VALEVA LA PENA
Domenica 14 Febbraio 2021 10:21

conte.jpg

www.ilfattoquotidiano.it/2021/02/13/governo-giuseppe-conte-lascia-palazzo-chigi-con-la-sua-compagna-il-lungo-applauso-dei-dipendenti-dopo-gli-onori-del-picchetto/6100361/?fbclid=IwAR1bOAVh2HFvGnX45q3gMRrS29QJTHD_lup4iGnF3_Bd_xajL-vLd2Lqdas

Ne valeva la pena

A tutti quelli che si chiedono se Draghi val bene una crisi (e questo governo) la risposta è: mille volte sì. Di Mattia Feltri.

Gentilissime/i l’articolo ,l’ho già commentato quando ha fatto le lodi del Kamicaze Matteo Renzi, nel buttare giù il governo, il secondo, il terzo difficilmente gli riuscirà.

Gli applausi che ha ricevuto Conte da tutto il personale di Palazzi Chigi, da spellarsi le mani. Risposta migliore sul suo operato non poteva essere data visto il suo 80% di gradimento. Resta forte l’amarezza nel vedere la squadra del pluri condannato Berlusconi, l’ex del Fronte della gioventù Giorgetti. Credetemi, un forte dolore allo stomaco sopportare quei personaggi nuovamente alla ribalta. La dignità di Conte se la sognano, l’esperienza maturata sul campo, tra mille ricatti di Renzi e non solo non ha uguali. Solo delle spalle larghissime e l’età, potevano reggere il peso al quale è stato sottoposto. E’ durato fino quando le capre e i cavoli della maggioranza a detta di Scanzi, lo hanno sostenuto come loro capo, l’arrivo del nullafacente Di Battista, ha buttato al vento tutto il lavoro propositivo e di cuciture di Conte. Ha avuto il merito di ottenere dall’ Europa oltre 2000 miliardi, dimostrando massima serietà e competenza, tantissima stima e fiducia sul lavoro per arginare la pandemia. Mai avrebbe immaginato di trovare la Lombardia e il Veneto impreparati, con percentuali di contagiati dovuti ai rapporti commerciali con la Cina. L’abitudine di riunirsi tutte le sere dopo il lavoro e bere a volontà spriz e pessimo prosecco ha fatto il resto. Feltri si comporta da sovranista, lo si vede da mille miglia, non è credibile, è fortemente di parte nordista e non è sopportabile.

 

L’unico a non aver mai avuto una caduta di stile, non ha mai fatto una battuta infelice, sempre controllato, mai inopportuno; un uomo che sa stare al mondo…con classe ma senza essere snob, empatico, affettuoso. Da forte sincero democratico si è trattato di un golpe... appoggiato dai giornaloni e da tutte le trasmissioni di approfondimento. Un tiro al bersaglio, uno show tutte le sere. Da Giannini della Stampa a quelli del Corriere della Sera, dalla Confindustria alla Confalberghieri della Costa Smeralda…non una parola di apprezzamento, solo critiche  a senso unico. Ultime quelle di Sebastiano Messina su Repubblica, la ricerca affannosa del pelo nell’uovo e Concita De gregorio all'attacco di Zingaretti. Dobbiamo difendere la linea del Piave.

Resistere, resistere, resistere come ci ha insegnato Borrelli.

Scritto da Mario Arpaia   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna