Iscriviti alla Newsletter:
Il Futuro è la Pace
Home Notizie MORO E BERLINGUER, la politica del coraggio e delle idee.
MORO E BERLINGUER, la politica del coraggio e delle idee.
Lunedì 03 Maggio 2021 07:18

 

MORO_E_BERLINGUER.jpg

Da gay e ius soli alla cannabis, artisti all'attacco più dei politici

L’anomalia non è che un cantante dica certe cose, ma che arrivi a quei giovani cui la sinistra non sa parlare

di Concita De Gregori

Fedez ha ragione. Se la domanda semplice è questa la risposta semplice è sì: ha ragione su tutta la linea. L’anomalia non è che un cantante dica quel che la politica non dice. L’anomalia è la politica, incapace di fare quel che fa Fedez. Sull’omofobia, sullo ius soli, sulla cannabis legale, sui diritti civili e della persona. Sulla modernità, che è rispetto delle diversità tutto attorno realtà evidenti.

Questa è una e-mail di contatto dal sito http://www.memoriacondivisa.it/ inviata da Isabella Damiani.

Sono figlia di un Partigiano, innamorato del PD sin dalla sua nascita. Mio padre non c’è piu ed io ho ereditato da lui questa grande lealtà e resiliente impegno nei confronti di questo partito, tanto da essere candidata alle Regionali 2020 nella lista PD di Foggia. Ritengo che il PD abbia sempre incluse persone di grande levatura culturale , basata sull’antifascismo.

Voglio donarvi le parole di mio padre Garibaldino:

“Figlia mia, Il 25 aprile fummo liberati dalla schiavitu nazista. La libertà e’ come una bella vigna o un oliveto. ESIGE INFINITA CURA. Altrimenti la si perde. E si può ricomprare solo con coraggio e sangue. Custoditela. Esultate in questo giorno. Fatene memoria e siate politici attivi e passionali”.

L’ Appello di Fedez è la richiesta di far  nascere  un grande partito di sinistra, il PARTITO LABURISTA ITALIANO, l’unione della Sinistra Radicale, dei 5 Stelle e del Partito Democratico. Il ritorno di Letta, deve produrre una rivoluzione culturale, il cambiamento del Pd, di un partito ingessato, paralizzato, muto che, non sa cosa dire e cosa rispondere alle domande che arrivano da tutto il paese. Se non ora quando? Approfittate dell’ intervento di Fedez, del suo grido di dolore, che è poi la richiesta di tutti gli italiani per bene. Siamo stanchi della melina, è necessario andare all’attacco, la tattica del grande allenatore del Foggia Zeman. Segnare uno o più gol dell’ avversario. Viene in mente la frase evangelica di Gesù, Lazzaro alzati e cammina!

Le larghe intese sono un anestetico, è come quando gli inglesi scambiavano l’ oppio con la Cina, fino a far cadere un impero millenario. Le riforme annunciate da Mario Draghi le farete si o no! Con quale spirito? Chiusi nella torre d’Avorio, dei circoli che non esistono più! E le sardine che fine hanno fatto, il paese è alle pezze, viviamo con l’ossigeno dell’ Europa, il giorno che dimostreremo l’incapacità di fare le riforme, chiuderanno la bombola e per noi sarà la miseria, chi ci presterà più un euro.

E’ vero come dichiarò Don Abbondio: il coraggio chi non ce l’ha non può darselo, allora liberiamoci della zavorra, facciamo nascere il Partito Laburista, il partito dei diritti e dei doveri, il partito delle riforme vere, come quelle attuate da Bersani! Coraggio Letta, da buon Democristiano attua la politica di Moro e Berlinguer, la politica del coraggio e delle idee.

Scritto da Mario Arpaia   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna