Iscriviti alla Newsletter:
Il Futuro è la Pace
Home Notizie “Scolaro dello scandalo” (Ombre Corte, Verona 2015)
“Scolaro dello scandalo” (Ombre Corte, Verona 2015)
Giovedì 06 Maggio 2021 15:23

PAS.jpg

LÙSIGNIS primavera 2021

Casarsa della Delizia, Teatro Pier Paolo Pasolini
Sabato 8 maggio 2021, ore 18


RUDERI E RICOSTRUZIONI
L'ATTUALITÀ DELLA LEZIONE PASOLINIANA: GLI STRACCI CHE TURBANO IL MONDO

con intervento online della prof.ssa ANTONELLA TREDICINE

Intermezzi musicali
NICOLA MILAN fisarmonica
ELENA BLESSANO violino

Evento dal vivo presso il Teatro Pier Paolo Pasolini con prenotazione obbligatoria e trasmesso in diretta sulla pagina Facebook Eventi a Casarsa della Delizia
 

Ripercorrendo l'avventura poetica e pedagogica dell'Academiuta e le altre esperienze di insegnamento di Pasolini emergono elementi utili a rinnovare la scuola di domani. Quali echi della dinamica pedagogica pasoliniana possiamo recuperare dai ruderi del Casel di Versutta, sede delle prime riunioni dei giovani che avrebbero fondato l'Academiuta, per innestarli in maniera vitale sui "ruderi" della scuola attuale? L’Educazione, la Poesia e la Lingua come anti economie politiche che oppongono la gratuità alla logica del profitto, l’eccezionalità all’adulto «in serie». La fierezza di essere ciò che la propria cultura «povera» insegnava a essere, educando alla possibilità di diventare Umani.

Antonella Tredicine vive e lavora a Roma dove insegna materie letterarie. Ha pubblicato Pier Paolo Pasolini, “scolaro dello scandalo” (Ombre Corte, Verona 2015), Un percorso a ritroso nella memoria dell’esperienza pasoliniana: da Roma a Casarsa (Ce.Ta., Roma 1995) e Pier Paolo Pasolini e lo sguardo del pedagogo, nel volume della collana Pasolini. Ricerche curato da A. Felice e R. Cornero per il Centro Studi Pasolini di Casarsa della Delizia, Pasolini e la pedagogia (Marsilio, Venezia 2015).

Ormai da molto tempo andavo ripetendo di provare una grande nostalgia per la povertà, mia e altrui, e che ci eravamo sbagliati a credere che la povertà fosse un male. (…) Quando il dolore di vedermi circondato da una gente che non riconoscevo più – da una gioventù resa infelice, nevrotica, afasica, ottusa e presuntuosa dalle mille lire di più che il benessere gli aveva improvvisamente infilato in saccoccia – ecco che è arrivata l'austerità, o la povertà obbligatoria. (...) Dico povertà, non miseria. Son pronto a qualsiasi sacrificio personale, naturalmente. A compensarmi, basterà che sulla faccia della gente torni l'antico modo di sorridere; l'antico rispetto per gli altri che era rispetto per se stessi; la fierezza di essere ciò che la propria cultura «povera» insegnava a essere.

(Ignazio Buttitta: «Io faccio il poeta», «Tempo», 11 gennaio 1974 poi in Scritti corsari)
 

Prenotazioni

Ufficio Cultura Comune di Casarsa della Delizia
telefono 0434 873909
email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Dalla serata di venerdì 7 maggio sarà disponibile sulla pagina Facebook di Eventi a Casarsa della Delizia una visita virtuale condotta dal prof. Giuseppe Mariuz che partendo dal Centro Studi Pasolini di Casarsa toccherà i “luoghi” dell’esperienza educativa e poetica del giovane maestro Pasolini. Visiteremo Versutta, l’Università “dai mus”, il cinema di San Giovanni. Il video è un invito a visitare di persona i luoghi sempre raggiungibili con una passeggiata nel territorio casarsese.

L’evento è inserito nella Setemane de Culture Furlane organizzata dalla Società Filologica Friulana: per l’occasione, sempre sabato 8 maggio dalle 15 alle 16, il Centro studi Pier Paolo Pasolini aprirà, in anteprima con una visita guidata, la mostra L’Academiuta e il suo «trepido desiderio di poesia». Gli anni friulani di Pasolini, la quale sarà inaugurata il giorno successivo.

 

Copyright © 2021 Comune di Casarsa della Delizia, All rights reserved.
Questa mail è stata inviata dal Comune di Casarsa della Delizia

Scritto da Antonella Tredicine   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna