Iscriviti alla Newsletter:
Il Futuro è la Pace
Home Notizie LE DUE ITALIA
LE DUE ITALIA
Lunedì 12 Luglio 2021 07:24

                      

                       Al presidente della Repubblica Sergio Mattarella

                       Al Presidente del Consiglio Mario Draghi

                       Al Capo Compartimento del D.A.P. dott. Bernardo Petralia

                       Al Gararante dei Detenuti dott. Mauro Palma

                       Ministra della Giustizia dott.ssa Marta Cartabia

                       All’ Associazione “ ANTIGONE”

 

 

cec28314ffadef3ce5d13d59150ff42b_d0.jpg

 Bernardo Petralia

dete.jpg

 

carcere_SMCV.jpg                                                                                

                                  LA TORTURA IN CARCERE                                                                                         

                                           Il 6 aprile del 2020, nel chiuso della casa circondariale Francesco Uccella

                                           di Santa Maria Capua Vetere,

si consuma quella che un'inchiesta giudiziaria, quattordici mesi dopo, definirà"una ignobile mattanza". Almeno trecento agenti della polizia penitenziaria, molti dei quali affluiti da altre carceri della Regione, si accaniscono su decine di detenuti inermi,   colpevoli, nelle ventiquattro ore precedenti, di aver inscenato una rumorosa protesta (non       l'unica in quei giorni nelle carceri italiane, dove i saranno 13 i detenuti a perdere la vita e 200 i feriti) chiedendo misure di prevenzione contro l'epidemia di Covid 19 che ha raggiunto l istituto.                                                                               

Le immagini interne al carcere di santa Maria Capua Vetere parlano chiaro. Estata una rappresaglia indiscriminata, illegale, disumana che non ammette alcuna giustificazione.

Ogni difesa acritica del loro comportamento èinammissibile in uno Stato costituzionale di diritto. Il difficile non è raccontare i fatti, ma porre le domande giuste ai "Responsabili" delle istituzioni, quale lordine delle responsabilità nei confronti dellEuropa e del Mondo. Sono anni che chiudiamo gli occhi per  non vedere le torture. Noi siamo andati nelle carceri, sappiamo da testimonianze dirette che il trattamento è disumano. Non abbiamo ascoltato una parola dal Presidente del Consiglio, Mario Draghi. Desaparecido su un argomento di una gravità inaudita. I giornalisti della grande stampa si lamentavano di Conte per gli orari degli incontri, Da Gramellini, a Giannini e alla Gruber, per non parlare delle opposizioni, troppo tardi arrivavano gli incontri con la stampa, i  giornale non poteva aspettare.

Al Dott. Petralia, responsabile del D.A.P. umilmente chiediamo di trasferire le guardie carcerare che inequivocabilmente, con i loro volti in primo piano, caricano esseri umani inermi, li trascinano come bestie. Hanno scritto i loro familiari, sono terrorizzati, implorano di non abbandonarli. Noi che abbiamo perso in una strage un congiunto di solo 25 anni abbiamo, conosciamo il dolore che ti cambia per sempre, distrugge intere famiglie, come una delle tante luccisione di magistrati, Ciaccio Montalto,  un suo collega ed amico. Abbiamo conosciuto Giovanni Palombarini, magistrato della prima inchiesta su piazza della Loggia, una persona squisita, di grandissima umanità e comprensione per gli ultimi degli ultimi della terra. Dott. Petralia, a pagare non sono gli ergastolani, gli dranghettisti,  i camorristi, i mafiosi, ma gli spacciatori, i delinquenti comuni, i negri, la vastissima umanità di diseredati, di tossico dipendenti. Il caso Cucchi e li dott. Petralia, Stefano e Ilaria ci osservano, incrociano i nostri sguardi, la nostra solidarietà. Lilli Gruber, ultimamente le ha chiesto come si sentisse, bastava guardargli occhi per capire quanta sofferenza ha patito e sta patendo quella grande donna!

Dott. Petralia, l’Italia che paese è, alla domanda, Mussolini rispose: io ho solo saputo tirare fuori dagli italiani il fascismo che, era già dentro di loro, non l’ho inventato io.

Dott. Mauro Palma, lei è il garante dei detenuti, lei pensa che i detenuti dovrebbero ringraziarla? Lei è un giurista e matematico, conosce benissimo la logica, quale logica permette ai Fratelli d’Italia e alla Lega, di fare il bello e il cattivo tempo sulla mattanza dei detenuti? Noi leggiamo tutte le newsletter che arrivano da Antigone, viene da piangere.

Ministra della Giustizia dott.ssa Cartabia, lei deve insediare all’ interno del Dap, un gruppo di lavoro dell’ associazione Antigone, 30 anni im mezzo ai detenuti. Sono preparatissimi, conoscono e sanno leggere le statistiche, sanno di processi, hanno chiarissimo il quadro della situazione. Il DAP ha bisogno della massima trasparenza come la moglie di Cesare. Le istituzioni preposte devono al più presto sanare la situazione. Il cancro lo sta corrodendo e con esso la democrazia del nostro paese.

presidente.jpg

La vittoria dell' Italia agli europei è, una lezione di vita per i politici e la politica. Un bravissimo timoniere, un persona serissima ed esperto di calcio, che ha saputo condurre  con mano ferma, con determinazione, un gruppo di giovani alla vittoria. Un professionista, che ha  motivato tutti i convocati, riserve e non. Quando si tocca il fondo, bisogna riemergere, altrimenti è la fine! Il bravo marinaio si vede con il mare in tempesta, Roberto Mancini  lo ha dimostrato ampiamente.

Viva l'Italia, l'Italia liberata,
l'Italia del valzer, l'Italia del caffè.
L'Italia derubata e colpita al cuore,
viva l'Italia, l'Italia che non muore.
Viva l'Italia, presa a tradimento,
l'Italia assassinata dai giornali e dal cemento,
l'Italia con gli occhi asciutti nella notte scura,viva l'Italia, l'Italia che non ha paura.
Viva l'Italia, l'Italia che è in mezzo al mare,
l'Italia dimenticata e l'Italia da dimenticare,
l'Italia metà giardino e metà galera,
viva l'Italia, l'Italia tutta intera.
Viva l'Italia, l'Italia che lavora,
l'Italia che si dispera, l'Italia che si innamora,
l'Italia metà dovere e metà fortuna,
viva l'Italia, l'Italia sulla luna.
Viva l'Italia, l'Italia del 12 dicembre,
l'Italia con le bandiere, l'Italia nuda come sempre,
l'Italia con gli occhi aperti nella notte triste,
viva l'Italia, l'Italia che resiste.

FRANCESCO DE GREGORI

Dott._Palma.jpg

                             MAURO PALMA (foto arpaiamario )         

 

                            

                

 

 

 

Scritto da Mario Arpaia   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna