Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie Dune (USA/2021) di Denis Villeneuve (155')
Dune (USA/2021) di Denis Villeneuve (155')
Giovedì 16 Settembre 2021 08:09
 
IN SALA

PRIMA VISIONE
5f7dce3a-c6f9-db04-df88-bdc0878402a3.jpg
Da giovedì 16 settembre ore 15.30, 18.30 e 21.30 - Sala Mastroianni
Venerdì 17  e sabato 18 settembre proiezioni anche alle ore 10.30

Dune (USA/2021) di Denis Villeneuve (155')

Il film più atteso della stagione, la cui uscita è più volte slittata a causa della pandemia. Dopo il tentativo mai concretizzato di Jodorowsky e l'affascinante fallimento di Lynch, Denis Villeneuve porta sullo schermo l'universo fantascientifico creato da Frank Herbert, affidandosi a un cast di nuovi divi (guidato da Timothée Chalamet) e grandi nomi (tra gli altri Oscar Isaac, Javier Bardem, Charlotte Rampling) e alla sceneggiatura del veterano Eric Roth (Oscar per Forrest Gump). Le vicende del giovane Paul e del pianeta Arrakis intrecciano temi cari al regista di Arrival e Blade Runner 2049 (la ricerca di sé, l'importanza della connessione tra esseri umani, la critica al potere politico ed economico), inseguendo una verità e una concretezza che rifugge gli eccessi digitali di tanta fantascienza recente. "Ho dato spazio alla natura per quel che è, ovvero senza cercare di controllarla o di modificarla. È così che la malinconia e la solitudine, che sono i sentimenti forti di questa storia, sono saliti a galla da soli. Senza trucchi e senza inganni" (Denis Villeneuve).
                
b3e58f27-aefa-60b6-8662-ca71984a2318.jpeg

Presentato alla Settimana della Critica di Venezia, l’esordio nel lungometraggio

di Alessandro Celli, già autore di corti e sceneggiatore,

s’ispira non tanto alla fantascienza distopica quanto all’attualità del

dibattito sulle sorti dell’Ilva. “Ho immaginato un fallimento sociale, la regressione a

un Terzo Mondo dai grandi contrasti. Dal punto di vista visivo ho scelto colori

caldi, prendendo a riferimento il cinema latino-americano. Ispirandomi

alle sue atmosfere e alle sue assurde contraddizioni ho cercato di raccontare il sogno

dei nostri ragazzi nel momento in cui si realizza, dal loro punto di vista”.
 

CINECLUB
Tarantino 9/10
e829b684-b201-d1fa-a95d-2531c5a0c77e.jpeg47676d4c-beb2-433c-de3b-528e2eb6c19a.jpeg
 
Venerdì 17 settembre ore 20 e 22.15 - Sala Scorsese
Kill Bill: Volume 1 (USA/2003) di Quentin Tarantino (106')
Kill Bill: Volume 2 (USA/2004) di Quentin Tarantino (137')

In Kill Bill: Volume 1, una taciturna bionda in tuta color canarino, appena uscita da un lungo coma, vaga tra Oriente e Occidente con una vendetta da compiere. Al termine, saremo a metà dell'opera, e del Bill da uccidere ancora non avremo traccia. Il Volume 2 
è un sequel, è un prequel, è il melodramma, il mythos, la resa dei conti, è dove le cose trovano infine il loro nome, dove il frantumato cosmo tarantiniano si rapprende in una casa, una cucina, un giardino, un vecchio amore, una bimbetta e il supremo colpo marziale, quello che solo una vita ti prepara a porgere e a ricevere. 
CINECLUB

Bonifacci ridere!
 
Dal 20 al 30 settembre, ripercorriamo la carriera di Fabio Bonifacci, autore di uno
dei più grandi successi della recente commedia italiana, tra i pochi sceneggiator
i del nostro cinema capaci di avvicinare i gusti del pubblico senza rinunciare alla
voglia di raccontare le idiosincrasie del paese. 

 
Lunedì 20 settembre  ore 20.15 - Sala Scorsese
E allora Mambo! (Italia/1999) di Lucio Pellegrini (93')

Esordio nella sceneggiatura di Bonifacci, “è una commedia parecchio riuscita, che congiunge la trama di bigamia con una critica di costume tutt’altro che campata in aria: quella di un’Italietta ebbra di edonismo televisivo dove le bambine si chiamano Evita, la felicità danza al ritmo di mambo, e il massimo delle aspirazioni è spaparanzarsi al sole dei Caraibi” (Roberto Nepoti).
CINECLUB 

Altri appuntamenti
182c84fa-0a60-b87a-86cc-8171760578eb.jpeg
cc8c8c6b-d105-da26-7624-2e4ca51cfeb9.jpeg
Venerdì 17 settembre ore 17.45 - Sala Scorsese
Nel nome del padre (Italia/1971) di Marco Bellocchio (109')

Concludiamo l'omaggio a Marco Bellocchio con un film liberamente ispirato alla sua autobiografia: un ritratto grottesco delle istituzioni religiose, a loro volta metafora di turbolenze e repressioni nel corpus sociale. Nella versione director’s cut presentata dal regista a Venezia 2011 in occasione del Leone d’Oro alla carriera: “ho voluto liberare le immagini cercando di privilegiare quanto di lieve, di caldo, di paradossale, di surreale, anche crudele – senza essere ingenuamente sadico –, di raramente affettivo c’era nel film”.               
 
DOMENICHE MATINÉE

887cbfc7-b085-b1e3-33b6-bce8e5c7ff3e.jpeg
Domenica 19 settembre ore 10.30 - Sala Mastroianni
Il cattivo poeta (Italia/2020) di Gianluca Jodice (106'). Incontro con Gianluca Jodice

Terzo appuntamento  con  I(n)soliti ignoti. Nuovi protagonisti del cinema italiano

Dopo una lunga esperienza come autore di corti e documentari, Gianluca Jodice esordisce nel lungometraggio con un progetto ambizioso, prodotto da Matteo Rovere e Andrea Paris. Il cattivo poeta del titolo è un Gabriele D’Annunzio interpretato da Sergio Castellitto, colto sul viale del tramonto, nel momento del dissenso con le politiche filotedesche di Mussolini. Non tanto un biopic, ma un confronto psicologico tra il Vate e il giovane federale intriso d’ideali fascisti chiamato a sorvegliarlo. Echi di Bellocchio sullo sfondo delle monumentali scenografie del Vittoriale illuminate da Daniele Ciprì.         
            
            
 
 eff673c3-082e-d6ad-b636-b71f2ecaf0bd.jpegMARIO.jpeg
 
Domenica 19 settembre ore 16 - Cinema Lumière e Biblioteca Renzo Renzi
Nel buio a volte... Selezione di cortometraggi (45'), visita guidata e laboratori

Il buio, il fascio di luce del proiettore, la magia del film che parte e ci trasporta in un mondo di storie da vivere insieme ad altre persone, in sala. Nell’ultimo anno tutto questo ci è mancato moltissimo e vogliamo celebrare la riapertura del Cineclub di Schermi e Lavagne con un omaggio al cinema e alla sala, con un pomeriggio di attività ispirate all’albo illustrato Nel buio a volte… di Cristina Petit e Manuel Baglieri, edito da Pulce edizioni.
Il pomeriggio è dedicato ai bambini dai 5 anni in su.

Ore 16 -  Sala Scorsese
Selezione di cortometraggi intorno all’esperienza collettiva della visione dei film al cinema.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Ore 17 - Biblioteca Renzo Renzi e Piazzetta Pier Paolo Pasolini
Visita guidata alla mostra Nel buio a volte… e, in contemporanea, laboratori in compagnia di Cristina Petit e Manuel Baglieri per lasciarsi incantare dalla magia della luce e delle ombre.
Per partecipare alla visita e ai laboratori è necessario prenotare scrivendo a
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .
Le bambine e i bambini saranno divisi in gruppi con un numero massimo di 10 componenti.

 
 
 
Dopo un anno e mezzo di pandemia e aperture incerte, di rinnovi automatici e visioni Fuori Sala, sono finalmente tornate le tessere Amici e Sostenitori della Cineteca di Bologna per la stagione 2021/2022.

Tutte le tessere, valide fino ad agosto 2022,  danno diritto  a numerosi omaggi e vantaggi, per ricominciare a vivere tutti insieme l’esperienza del Cinema nel luogo che gli spetta di diritto: la sala cinematografica!

Le tessere Amico della Cineteca, Sostenitore Bianco e Nero e Sostenitore 3D sono in vendita al Cinema Lumière e online, previa registrazione gratuita al sito cinetecabologna.18tickets.it.
 

 
L'Avventurosa storia del cinema italiano in promozione al Bookshop della Cineteca

Sono finalmente disponibili tutti e tre i volumi de L'Avventurosa storia del cinema italiano a cura di Franca Faldini e Goffredo Fofi, straordinaria raccolta di testimonianze dei protagonisti del nostro cinema.  Fino al 15 ottobre, sconto del 5% sull'acquisto di almeno uno dei tre volumi presso il Bookshop della Cineteca di Bologna (sotto al Voltone di Palazzo Re Enzo).

Oltre ai libri e DVD editi dalla Cineteca, al Bookshop trovate manifesti, locandine, fotografie, gadget e rarità cinematografiche.
Aperto dal mercoledì al lunedì ore 10-13 / 15-19.30, chiuso il  martedì. Info: 051 2194150,
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
 MARIO.jpg
cienetca_piazza.jpg
Scritto da CINETECA DI BOLOGNA   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna