Iscriviti alla Newsletter:
Il Futuro è la Pace
Home Notizie Rita Monticelli sarà capolista nella lista del Partito Democratico di Bologna
Rita Monticelli sarà capolista nella lista del Partito Democratico di Bologna
Martedì 21 Settembre 2021 16:28

immagine-bologna-e1557311397125.jpg

Rita_Montincelli.jpg

Gentilissime/i,

Ringraziamo di cuore Simona Lembi, ci conoscemmo a Casalecchio di Reno, all'Istituto Salvemini, da quel giorno non ci siamo più persi di vista. Bologna è la città più amata dai giovani di tutta europa, in particolare il DAMS dove insegnava Umberto Eco, il centro storico sa di Lucio Dalla e delle sue meravigliose poesie, senti la sua musica, il suo sassofono. I servizi sono eccezzionali, amministrarla è rivivere le fiabe, tornare indietro nel tempo. Città martire per l'antifascismo e la strage della stazione. Tutti ricordano il suono straziante delle sirene, dei Bus pieni di feriti e di morti. Un sindaco donna, militante antifascista, preparata, competente, sarà sicuramente un punto di riferimento non solo per i bolognesi ma per tutta l'Italia. Per noi imprenditori della "memoria", è stato un piacere incontrare  ParliamoneOra è Associazione culturale del terzo settore con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale. Sarà per la nostra Associazione un grande arricchimento culturale e sociale.

Bella ciao, il sottofondo della sua campagna elettorale, sarà sicuramente presa a modello. Abbiamo bisogno di donne sensibili e fortemente motivate per fare politica attiva, in particolare aiutare chi è restato in dietro, che hanno perso il lavoro. La sua esperienza ed entusiasmo possono fare la differenza. In bocca al lupo e buon lavoro.

M.A.

Simona Lembi

Rita Monticelli sarà capolista nella lista del Partito Democratico di Bologna alle elezioni del 3-4 Ottobre prossimi.
Una notizia preziosa per la città.
Parlano per lei l'essere docente all'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, l'essere a capo di un Master di Genere (e quindi il conoscere bene le principali questioni alla base delle disparità esistenti tra uomini e donne); Parla per lei anche il suo impegno a difesa di Patrick Zaki e quindi più complessivamente a difesa dei diritti di libertà di manifestazione del pensiero e di opinione in ogni parte del mondo.
Aggiungo: la lista del PD è piena di competenze, saperi e valori. Il fatto che sia stata votata all’unanimità ne aumenta la forza.
Non sono candidata. E va bene così. Ho detto alcuni mesi fa al Segretario del mio partito che non avrei chiesto deroga alcuna alla regola dei due mandati. Ci sono molti modi per servire Bologna. Il mio impegno rimane intatto.
Auguro ai candidati e alle candidate del Partito Democratico il miglior lavoro possibile in questo mese di campagna elettorale. E dopo, ancora di più!
 
Montincelli_Rita.jpg
 
Oggi decorre il 77esimo anniversario dell’uccisione di Don Natale Monticelli, barbaramente fucilato dai fascisti al poligono di tiro in via Agucchi.
Come ogni anno, anche oggi voglio rendergli omaggio.
Rendo omaggio a lui e agli uomini e alle donne della Resistenza, persone comuni che hanno messo a rischio la vita per un paese nuovo e garantire a nuove generazioni di vivere liberi, in un paese democratico.
A loro dobbiamo il fatto di vivere da più di 75 anni in un tempo di pace. A lui e a persone come lui, dobbiamo il fatto che questioni come la libertà di voto, di parola, di manifestazione di pensiero, anche di iscriversi ad un partito o ad un sindacato (questioni negate dal fascismo), valgano oggi per tutti e tutte.
Per tutti e tutte qui. Non per tutti e tutti in ogni parte del mondo.
Ricordare la Resistenza ha anche questo significato: quello di impegnarci per chi, in ogni parte del mondo, questi diritti non sono garantiti.
Se eletta in consiglio comunale voglio spendermi a favore delle memorie della resistenza, i cui valori fondano la nostra società: oggi questi diritti non sono riconosciuti in molte parti del mondo, sta a noi che viviamo in una società democratica farci portavoce di queste istanze.
Se eletta voglio proseguire la proposta di ANPI a intitolare luoghi pubblici a eroi della resistenza come Don Monticelli a cui ancora non è dedicato un cippo cui lasciare un fiore, in via agucchi, dove fu barbaramente ammazzato; Arrigo Boldrini, primo presidente nazionale ANPI, indimenticato comandante partigiano e le donne della resistenza per le cui priorità di intitolazione intendo continuare un percorso partecipato a partire da un confronto con l’ANPI di Bologna.
Si discute ancora oggi del significato della resistenza che per me è importantissimo: il mio impegno è quello di portare avanti queste battaglie per non dimenticare queste persone e questi valori cui si fonda la forza di Bologna.
Ringrazio il sindaco di Bologna Virginio Merola, #AnnaCocchi, presidente provinciale ANPI e il segretario Luigi Tosiani
Simona Lembi Gian Paolo Cavina
 
 

 

 

2983175397_885469ec72_w-1.jpg

https://www.flickr.com/photos/22523260@N04/albums/72157625451438369 

https://bologna.repubblica.it/cronaca/2016/01/03/foto/fotogallery_salvemini-128628455/1/

https://www.youtube.com/watch?v=lBTIvll6XrQ

L'incontro al Liceo Flacco di Bari, ha riservato momenti di grande commozione, nel mentre scorrevano le immagi del filmato, i RAGAZZI DEL SALVEMINI...  con i Vigili del Fuoco che tra nuvole di fumo cercavano di salvare quanti piu' ragazzi possibile. Durante l'incontro

Attilio Altieri, studente del Conservatorio Piccini di Bari ha dedicato alle vittime tre brani per chitarra classica. Rigraziamo Simona Lembi gia' studentessa del Salvemini e testimone di una tragedia che poteva essere evitata. L'insensatezza degli uomini, c'erano tanti luoghi dove cadere, invece si scelse la scuola...nessun colpevole come la

strage di Ustica.salvemini.jpg

 
 

 
Scritto da Mario Arpaia   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna