Iscriviti alla Newsletter:
Home Notizie Ora si discute sulla possibilità di sciogliere Forza Nuova
Ora si discute sulla possibilità di sciogliere Forza Nuova
Lunedì 11 Ottobre 2021 10:52

No Green Pass e scontri a Roma, Draghi alla Cgil: l'abbraccio con Landini

221758811-c4a3e1c7-ddde-4dac-a663-cafb6b8e3cae.jpg

MINISTRA LAMORGESE, LA CAPITALE E' STATA MESSA A FERRO E FUOCO, COSA DEVE ACCADERE PER METTERE FUORI LEGGE LA DESTRA ESTREMA E CASA POUND

Come anticipato da Repubblica il premier va dal segretario del sindacato nella sede assaltata sabato scorso da un gruppo di estremisti di destra durante la manifestazione contro l'obbligo del certificato verde nei posti di lavoro. Mozione Pd per sciogliere Forza Nuova

Puntuale, poco dopo mezzogiorno, il presidente del Consiglio Mario Draghi è arrivato nella sede della Cgil di Roma per incontrare il segretario Maurizio Landini, come anticipato da Repubblica. I due si sono abbracciati tra gli applausi dei dipendenti del sindacato. Il premier, nei giorni scorsi, aveva già espresso la propria solidarietà per l'assalto di sabato scorso alla sede Cgil da parte di un gruppo di partecipanti alla manifestazione No Green pass nella Capitale (molti dei quali di Forza Nuova).

Ieri, anche il segretario del Pd Enrico Letta ha visitato il palazzo del sindacato e ha lanciato la proposta di sciogliere Forza Nuova. E questa mattina I dem hanno depositato alla Camera una mozione per sollecitare il governo a liquidare per decreto Forza Nuova e gli altri movimenti dichiaratamente fascisti. La presidente del Partito democratico, Valentina Cuppi, invece ha fatto partire su Change.org una petizione per sciogliere organizzazioni e partiti neofascisti.

No Green Pass, la linea intransigente di Draghi contro gli attacchi alla ripresa

E mentre tutti i partiti concordano nel parlare di violenze "squadriste" e "di matrice fascista" di una parte dei contestatori al corteo, la leader di Fratelli d'Italia ha accusato il Viminale per la gestione dell'ordine pubblico. Giorgia Meloni da Madrid (dove è volata per partecipare al convegno degli ultranazionalisti del partito Vox) condannando l'assalto alla sede della Cgil di Roma ha detto: "È sicuramente violenza e squadrismo poi la matrice non la conosco. Sarà fascista, non sarà fascista non è questo il punto. Il punto è che è violenza, è squadrismo e questa roba va combattuta sempre. E considero la gestione della sicurezza pubblica a Roma assolutamente ridicola", puntando così il dito contro la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese. Stessa mossa di Matteo Salvini, che dopo aver condannato ogni tipo di estremismo, ha commentato: "Chiederemo cosa sapeva. Chi sta facendo il ministro come sta passando il suo tempo? Com'è possibile che Castellino fosse là? Chi sbaglia paga, gli estremisti violenti, come il ministro. A chi conveniva che la manifestazione finisse in vacca?".

Interviene Peppe Provenzano, vicesegretario del Pd: "Ieri Meloni aveva un'occasione: tagliare i ponti con il mondo vicino al neofascismo, anche in Fdi. Ma non l'ha fatto. Il luogo scelto (il palco neofranchista di Vox) e le parole usate sulla matrice perpetuano l'ambiguità che la pone fuori dall'arco democratico e repubblicano". E spiega ancora: "In questo modo Fdi si sta sottraendo all'unità delle forze democratiche e repubblicane contro i neofascisti che attaccano lo Stato. Un evidente passo indietro rispetto a Fiuggi". "Gravi le parole di Provenzano", per Carolina Varchi deputato di Fratelli d'Italia e responsabile delle politiche per il Mezzogiorno: "Gli unici che possono mettere Fdi fuori dalle istituzioni sono gli italiani con il loro voto".

Ora si discute sulla possibilità di sciogliere Forza Nuova. "Il governo può sciogliere le organizzazioni eversive. Perché il Pd che negli ultimi 10 anni ha governato non lo ha ancora fatto? Il governo se deve agire lo faccia. Draghi prenda provvedimenti che competono a lui e non al Parlamento - ha detto nell'Aula della Camera il capogruppo di Fdi Francesco Lollobrigida - Ho già condannato quello che è successo sabato e manifestato solidarietà personalmente al segretario della Cgil Landini, e rinnovo la mia solidarietà alle forze dell'ordine che si ritrovano ad avere a che fare con soggetti che in piazza non dovrebbero stare. Noi siamo e restiamo il partito della legalità".

Scritto da Tommaso Ciriaco   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna