Iscriviti alla Newsletter:
Il Futuro è la Pace
Home Notizie Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro Alimentari
Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro Alimentari
Lunedì 18 Ottobre 2021 10:47

aba57c5f-28d3-4253-8c41-8e4c82ab102e.jpg

 ISTITUTO CERLETTI DI CONEGLIANO SCUOLA ENOLOGICA

COVEGNO SUI DISASTRI AMBIENTALI E INDUSTRIALI

VISUALIZZA PDF AMBIENTE E DISASTRI AMBIENTALI E INDUSTRIALI

 

Prof.ssa Rosalba Lanciotti

la nostra vocazione, la nostra terra è situata al centro del Tavoliere delle Puglie, da un lato il Gargano con la Foresta Umbra, dall' altro il Subappennino Dauno, produciamo un ottimo grano duro, indispensabile per produrre la pasta migliore, olio extravergine di Olive, pomodori, uve, grandi estensioni di tendoni, da dove pendono grappoli per la tavola e per la vinificazione. Lo sviluppo agroalimentare è ridotto dalla mancanza di acqua, la diga di Occhito provede all'acqua domestica e in minima parte all' irrigazione. Ricordiamo a fine anni 60 la venuta a Foggia degli isdraeliani per impiantare l'irrigazione a goccia, famosa per aver reso dertile il deserto. Purtroppo non ci fu seguito. Abbiamo letto del Dipartimento Agro Alimentare di Bologna, il nostro obiettivo è la comunicazione, mettere in contatto le persone competenti. La Puglia potrebbe diventare la California, purtroppo la politica è molto carente e i risultati sono pessimi.

Origini

Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro Alimentari trae le sue origini dalla riorganizzazione dell’Università a seguito della Riforma Gelmini: dai cinque Dipartimenti esistenti se ne costituirono prima due, poi riunificati sotto un unico Dipartimento integrato che racchiude tutte le attività didattiche e di ricerca dell’area agraria.

Sedi

Il Dipartimento ha due sedi principali, quella di Bologna e quella di Cesena, ma svolge attività sia di didattica che di ricerca anche nelle strutture di Ozzano, Cadriano, Imola e Tebano.

Il Dipartimento è il più grande dell’Ateneo di Bologna con circa cinquecento persone, tra strutturati e non.

È organizzato in articolazioni che coordinano le principali attività di ricerca all’interno delle quali operano gruppi multidisciplinari su tutti i settori tipici dell’ambito agrario.

Ricerca

 

Vanta una spiccata attività di ricerca con oltre dodici milioni di entrate annue per progetti di ricerca e tra questi coordina 12 progetti Europei ed è partner in 34. È appena risultato vincitore di 6 Prima e 12 PRIN.

Il Distal è Dipartimento di eccellenza 2018-2022 per il MIUR e ha contribuito in maniera rilevante al raggiungimento da parte dell’Università di Bologna della 48° posizione nel settore “Agriculture & Forestry” di QS World University Ranking 2018.

Didattica

Ha un’offerta didattica ampia ed internazionale con:

  • 7 Lauree triennali
  • 4 Lauree Magistrali di cui una internazionale
  • 1 internazionale interdipartimentale
  • 1 internazionale interregionale con gli Atenei della regione
  • 1 Laurea Magistrale in lingua inglese a partire dall’A.A. 2020-2021

Il Dipartimento ha un Dottorato a forte carattere internazionale strettamente connesso alla realtà industriale; è presente e contribuisce anche ad altri dottorati trasversali dell’Ateneo.

Terza missione

Il Dipartimento ha numerosi brevetti e privative vegetali ed ospita 4 spin-off con laboratori e strutture accreditate a livello nazionale ed internazionale che permettono un costante allineamento con il mondo dell’industria; contribuisce infine allo sviluppo dell’Azienda Agraria dell’Università di Bologna, una realtà con oltre 500 ettari coltivati di terreni di proprietà e terreni in affitto.

Dopo una necessaria riorganizzazione interna il Dipartimento è pronto per raccogliere le sfide che lo attendono nei prossimi anni, con l’obiettivo di rafforzarsi in ambito internazionale nonostante le riduzioni di risorse pubbliche a finanziamento della ricerca che vi sono state in questi anni.

Bollettino mensile delle attività del DISTAL a cura dell'Area comunicazione.

Scritto da Mario Arpaia   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna