Iscriviti alla Newsletter:
Il Futuro è la Pace
Home Notizie CONDANNATI ALL'ILVA DI TARANTO
CONDANNATI ALL'ILVA DI TARANTO
Lunedì 25 Ottobre 2021 07:38

Ilva: per i morti e i malati per lavoro si può ancora avere giustizia

Ilvata.jpg

Stefano Palmisano

Published on 20/10/2021

La Corte d’appello di Lecce condanna due ex dirigenti dello stabilimento di Taranto per la morte da mesotelioma di alcuni operai esposti per anni ad amianto

 

Indice

  1. La sentenza
  2. Il processo
  3. Una (buona) morale

1) La sentenza

Ieri la Corte d’appello ha condannato due ex dirigenti dello stabilimento Italsider \ Ilva di Taranto per l’omicidio colposo di sei lavoratori morti di mesotelioma pleurico; per altri tre ha dichiarato la prescrizione del fatto: è passato troppo tempo da quando sono morti e il reato così è andato in fumo.

 

2) Il processo

Si chiude una vicenda processuale che chi scrive ha iniziato a seguire – come difensore dell’Associazione Italiana Esposti Amianto costituita parte civile – da quando è iniziato il dibattimento, nell’ottobre 2012, innanzi al Tribunale di Taranto.

Sono stati nove anni di udienze lunghe e faticose, di gradi e sedi diverse di giudizio – dal primo e secondo grado a Taranto fino ai due processi di Cassazione, a Roma, per tornare, in sede di giudizio di rinvio, a Lecce – di questioni giuridiche complesse, di contraddittori aspri, di pietre d’inciampo processuali, più o meno giustificate, tra diritti di garanzia degli imputati e diritti di giustizia delle vittime.

Nove anni di lavoro duro e appassionato; che forse non è ancora finito, dato che c’è ancora la possibilità di un altro ricorso per Cassazione degli imputati condannati.

Ma ieri questo lavoro, quello di altre parti civili e quello della Procura Generale di Lecce hanno sortito un risultato importante.

Nessun trionfalismo e la consapevolezza che in Cassazione può cambiare di nuovo tutto.

 

3) Una (buona) morale

Ma c’è una notizia che merita di essere adeguatamente evidenziata e comunicata: secondo una Corte d’appello di questa Repubblica, è ancora possibile affermare il nesso causale tra l’esposizione a una micidiale sostanza tossica come l’amianto e la morte da mesotelioma di uno o più sventurati che a quella sostanza sono stati esposti, a lungo esposti: sul posto di lavoro, per ragioni di lavoro.

E, sulla base di questa evidenza, secondo quella stessa Corte si può, si deve condannare penalmente chi ha esposto quelle persone a quella sostanza senza garantire loro le necessarie e adeguate protezioni.

Vuol dire che in questo Paese la tutela penale della salute dei lavoratori e dei cittadini non soffre (ancora) di zone franche; neanche in quei terreni bui e dolorosi che sono le malattie da lavoro, quelle da inquinamento ambientale, fuori o dentro le fabbriche.

Non è una notizia da poco, specie di questi tempi.

Oggetto: SENTENZA ITALSIDER \ ILVA CORTE D'APPELLO LECCE
Da: "Avv. Stefano Palmisano" <palmi.ius@avvstefanopalmisano.it>
Data: Ven, 10/22/2021 06:24 PM
A: info <info@associazioneespostiamiantovalbasento.it>

Mario,

come d'accordo ti giro il dispositivo della sentenza della Corte d'appello e il link al mio commento che ho postato sul mio blog, Cibo Diritto: puoi pubblicarlo e farlo girare, purché in versione integrale, dove vuoi.

Un saluto

Stefano

https://cibodiritto.com/ilva-per-i-morti-e-i-malati-per-lavoro-si-puo-ancora-avere-giustizia/ 

Stefano Palmisano 

Avvocato ambientale ed enoalimentare 

Viale Dei Sorbi, s.n.c. 

72015 Fasano (Br) 

Tel. 339 2738982 

E - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  -

Pec:  

Siti web: avvstefanopalmisano.it - cibodiritto.com 



Hai letto il mio ultimo post sulla recente condanna dello Stato francese per non aver protetto adeguatamente il clima? Lo trovi qui: 

 

https://cibodiritto.com/un-tribunale-condanna-il-governo-francese-a-proteggere-il-clima-sul-serio/

TGR Basilicata

 

Nel TG Basilicata in onda alle 14:00 del 25/10/2021, dal minuto 10’ 50 al minuto 13’ 10, il servizio sulla Sorveglianza Sanitaria con intervista di alcuni ex esposti nella sede dell’Associazione AIEA VBA

https://www.rainews.it/tgr/basilicata/notiziari/index.html?/tgr/video/2021/10/ContentItem-48f00bf0-8457-4ef2-80f1-b381888b6541.html

In allegato commento de il quotidiano al nostro comunicato ’“Dignità e Giustizia per le vittime dell’amianto, chiediamo rispetto”

Scritto da Mario Murgia vicepresidente nazionale di AIEA   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna