Iscriviti alla Newsletter:
Il Futuro è la Pace
Home Notizie COSTRUIRE COSE BUONE
COSTRUIRE COSE BUONE
Lunedì 04 Luglio 2022 16:46

la_nostra_storia-.jpg

La tragedia della Marmolada ci ferisce profondamente, una pezzo di ghiacciaio si è staccato e ucciso, con una furia tale che è difficile ritrovare i corpi, viene in mente il monte Toc, crolla una parte, da giorni rantolava  e finisce nella diga del Vajont, provocando una immane tragedia, poteva succedere anche con il ghiacciaio.

Viviamo un periodo di grande destabilizzazione, siamo in guerra, dobbiamo cercare la pace, difficilissima da trovare, sono le armi ad aver vinto, sconfiggerle sarà durissima.

Il destino politico di Giuseppe Conte, fatte le debite proporzioni, somiglia a quello di Aldo Moro, nella Democrazia Cristiana. Al governo del Paese si è dimostrato all’ altezza della situazione, in un periodo difficilissimo con il Covid che mieteva vittime a centinaia. I Cinque stelle, dopo la scissione hanno bisogno di organizzarsi.

Il trattamento ricevuto da Mario Draghi  dalla stampa e dalle televisioni, rasenta l’odio, verso una persona competente e di grande dignità. Gli americani non lo sopportano.

Accettare Conte e come la stretta di mano di una volta.

Il campo progressista se vuole vincere le elezioni deve guardare a Conte e al elettorato giovane, sono stati loro ad inventare i Cinque stelle, volevano rivoltare l’Italia come un calzino, aprirla come una scatoletta di tonno. Erano questi i propositi, che una parte del movimento ha tradito.

Giuseppe Conte potrebbe riportare al voto le tantissime persone che non si recano da anni alle urne, delusi da una politica fallimentare, senza idee, senza un programma condiviso, senza passione verso i cittadini votanti. Ci sono tantissimi che credono e condividono i valori del professionista del Sud, credono  nelle idee, e nella passione nel voler attuare, un modello di comportamento reciproco, consono alla situazione politico-economica del Paese, portarla fuori dal pantano è la priorità, con una classe dirigente competente e dai principi morali integri. Il campo largo progressista, non può prescindere dai Cinque stelle, dobbiamo sostenerli, contro chi vuole emarginarlo, le rubriche di approfondimento che, sanno che non è manovrabile, non si presta ai teatrini, è un uomo leale e combattivo, difficile da chiudere nell' angolo.

Andare a votare quando prima è la strada migliore per fare chiarezza, ridare speranza a chi non ha lavoro e reddito, a chi vede giorno dopo giorno ridursi lo spazio conquistato dai diritti e dalla democrazia.  

Riportiamo un commento di Agnese Moro che volle dedicarci il 10 luglio del 2011. 

Scritto da Mario Arpaia   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna