Iscriviti alla Newsletter:
Il Futuro è la Pace
Home Notizie UN PAESE NON VIVE SENZA UNITA' MORALE
UN PAESE NON VIVE SENZA UNITA' MORALE
Lunedì 24 Ottobre 2022 08:22

 

AMBIENTE1_ACQUA_ENERGIA.jpg

IL GOVERNO: UN REPARTO DI GERATRIA 

https://www.youtube.com/watch?v=NlA-j-lNAlo

Nasce “Coordinamento 2050”: da Fassina a De Petris, la sinistra per il polo progressista con Giuseppe Conte

Gentilissime/i, Al Direttore della Stampa, Massimo Giannini, 

deve esserci sicuramente un problema di pelle con Giuseppe Conte, qualsiasi cosa dica o dice di fare, viene immediatamente smentito,lo ha fatto Severnini del Corriere della Sera, da Lili Gruber. 

E' una importante iniziativa per comunicare con quanti non si sentono più rappresentati dal Pd di Letta e Renzi. Il governo è appena nato, Giannini ha parlato di opposizione inesistente, la tavola ancora non viene apparecchiata è si dice che manca il vino per brindare al governo di estrema destra fortissimamente voluto dalla Confindustri dalla stampa amica  e dalle televisioni di proprietà di imprenditori che operano in vari campi, ilmaggiore la pubblicità carissima a Berlusconi. Una Rete che comumunichi in tempo reale con le associazioni, la società civile, con Libera di don Ciotti, con gli ecologisti eredi di Alex Langer. Le fonti energetiche alternative sonovitali per lo sviluppo economico del Sud, Fassina è un economista che ha collaborato nel governno Letta con il Ministro dell' economia Saccomanni. Il solare deve essere incentivato, ogni stabile deve installare sul solaio i pannelli, che hanno dimezzato il costo. Si stanno costruendo celle costruite con altri materiali che presentano l'effetto fotovoltaico., fra cui ilsolfuro di cadmio. Siamo in possesso di un sussidiario tecnologico, un interessante studio sull'Ambiente, Acqua, Energia, una priorità del terzo millennio.“si prevede anche la realizzazione, su tutto il territorio nazionale", di coordinamenti locali di percorsi civici, ecologisti e di sinistra con il coinvolgimento di rappresentanti del M5s. ci sono dei segnali inquietanti, e sono molteplici, ci sono tutti i segnali di una restaurazione identitaria. C’è la chiara indicazione che ci sarà una corsa al riarmo, che prevarranno le lobby delle armi mentre noi vorremmo le lobby della scuola, dei docenti, del personale sanitario, dell’università e della ricerca. Dobbiamo lavorare ed essere concentrati per contrastare questa deriva”, ha concluso.

AMBIENTE ACQUA ENERGIA

Noi  crediamo nel progetto, lo abbiamo sperimentato con la Rete delle associazioni che si occupano della "Memoria da trasmettere" La senatrice Liliana Segre ieri sera da Fazio ha espresso il pericolo che tra qualche anno non si parli più di Olocausto. Va ripensato il rapporto tra politica e i movimenti di opinione che si occupano dei diritti e dei doveri di tutti. L'associazione Antigone si batte da anni per i diritti dei detenuti, è necessario sostenerla anche economicamente, la vita dei reclusi è un inferno, la cultura dentro le carceri è la repressione, la disumanità, la spoliazione di ogni diritto, la perdita di dentità, la speranza di uscire cambiati. Laboratori di arti e mestieri non esistono se non in qualche struttura del Nord.

Egr. dott. Giannini, chi si deve fare carico dei cambiamenti, lei crede nell' estrema destra illiberale oppure nella possibilità che nasca anche in Italia il Labur, un movimento progressista che coinvolga lavoratori ed operai, con l'obbiettivo della rinascita dell' Italia, stremata dal debito pubblico e dalla guerra che non da tregua.

img335.jpg

 

Scritto da Mario Arpaia   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna