Iscriviti alla Newsletter:
Il Futuro è la Pace
Home Notizie FESTIVITA' NATALIZIE 2022
FESTIVITA' NATALIZIE 2022
Lunedì 26 Dicembre 2022 09:39

banner_newsletter_simo.jpg

In questo tempo segnato da incertezza e complessità, dalla guerra e dai conflitti sociali, da povertà e atroci violazioni dei diritti umani, siamo privilegiati a poter vivere il Natale nella libertà ed autodeterminazione di chi può esigere il più ampio ventaglio di diritti, a volte anche abusandone. 

IMG-20221226-WA0002.jpg


Che il Natale ci aiuti a riflettere sul valore profondo della nostra libertà e dei nostri diritti, affinchè pur nella fluidità attuale dello stesso concetto di natura umana siamo consapevoli che la libertà non è solo da ma è anche per qualcosa. 


L’esempio del popolo ucraino e quello delle donne e giovani afghani, che lottano per la propria libertà e dignità personale a costo della vita, ci ammonisce che la libertà umana autentica non è per persone deboli, ha bisogno di senso, di dare un senso forte alla propria vita. Di costruire relazioni umane autentiche. Di recuperare la bellezza della creatività racchiusa nella nascita. 

 

presepe2.jpg


Se tu hai il senso del rispetto per il bambino, per la fragilità della sua nascita, per la sua debolezza e il suo bisogno di cura, per la sua bellezza, tu in quel momento esorcizzi dentro di te l’aggressività. Le grandi civiltà mesopotamiche, quando conquistavano una città, quale era la prima cosa che facevano per imporsi? Prendevano i bambini neonati e sfracellavano loro la testa sulla pietra (vedi il Salmo 137), e poi sventravano tutte le donne incinte per distruggere in radice un popolo, la sua memoria e il suo futuro. Questo è il frutto e il lugubre segno della guerra. Quindi se noi non vogliamo perdere la nostra identità, fatta di umanità, dobbiamo tornare a coltivare l’amore per la generazione e per la nascita come fenomeno culturale, spirituale e non solo biologico. La nascita come evento umano, civile, sociale” (Gianfranco Ravasi).

pre.jpg

La nascita del Bambino ravvivi dunque la speranza e l’impegno di tutti e ciascuno per il bene comune.

presepe_1.jpg

Conegliano del 1500 rappresentata nel presepe nel Duomo.


Cari auguri di sereno Natale, Simonetta Rubinato

Scritto da SIMOMETTA RUBINATO   
PDF
Stampa
E-mail
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna