Iscriviti alla Newsletter:
Home

Quelle donne a sud di Gomorra

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Settembre 2010 08:07 Scritto da Roberto Saviano Lunedì 29 Giugno 2009 11:39

IL RACCONTO. Lo scrittore su riti, comportamenti
sessuali e regole imposti nelle terre di mafia

ESSERE donna in terra criminale è complicatissimo. Regole complesse, riti rigorosi, vincoli inscindibili. Una sintassi inflessibile e spesso eternamente identica regolamenta il comportamento femminile in terra di mafie. È un mantenersi in precario equilibrio tra modernità e tradizione, tra gabbia moralistica e totale spregiudicatezza nell'affrontare questioni di business. Possono dare ordini di morte ma non possono permettersi di avere un amante o di lasciare un uomo. Possono decidere di investire in interi settori di mercato ma non truccarsi quando il loro uomo è in carcere. Durante i processi capita spesso di vedere donne accalcate negli spazi riservati al pubblico, mandano baci o semplici saluti agli imputati dietro le gabbie. 
 

In Primo Piano

  Lutto fra gli ergastolani per la scomparsa di Stefano Rodotà      La morte del Professor Stefano Rodotà ci ha molto addolorato perché gli uomini ombra  (così si chiamano fra loro gli ergastolani) avevano ancora bisogno della sua voce e della sua luce per  [ ... ]

Memorie Dimenticate

article thumbnail

Cari colleghi magistrati ed egregi amici,
Il 29 gennaio e il 19 marzo ricorrono gli anniversari degli omicidi di Emilio
Alessandrini e Guido Galli per mano dei terroristi di Prima Linea.
In tutti quest [ ... ]

http://www.radioradicale.it/scheda/71224/71294-dare-voce-al-silenzio- degli-innocenti-convegno-nazionale-promosso-da-associazioni https://www.radioradicale.it/scheda/71230/71300-dare-voce-al-silen [ ... ]