Teheran il convegno di studi dedicato a Pier Paolo Pasolini.
Venerdì 03 Giugno 2022 10:45

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - E' stato l'Ambasciatore d'Italia in Iran, Giuseppe Perrone, ad aprire e a moderare a Teheran il convegno di studi dedicato a Pier Paolo Pasolini.

2.jpg f072b80906f110c3125fb7b66a3afe22.jpg
FOTO ROBERTO VILLA
 
immag3.jpg

Il seminario "A 100 anni dalla nascita.

Pasolini e l'Iran", incentrato sulla rappresentazione pasoliniana dell'Iran e il contributo degli studi iraniani su Pasolini, si inserisce nella ricca rassegna di eventi dedicata dell'Ambasciata al rapporto dell'intellettuale italiano con l'Iran. Numerosi i partecipanti alla giornata tra cui studiosi, professori, traduttori e studenti delle facoltà di italianistica dell'Università degli Studi di Teheran e dell'Università Libera Islamica "Azad" di Teheran, nonché gli alunni del liceo della Scuola italiana "Pietro della Valle". Le radici dell'attaccamento personale sviluppato da Pasolini verso l'Iran, poi sfociato nel 1972 nel viaggio in Iran per le riprese del film ispirato alla celebre fiaba mediorientale ''Il fiore delle Mille e una notte" sono state esaminate da Roberto Villa, autore delle foto di scena del film e Roberto Chiesi, responsabile del Centro Studi-Archivio Pier Paolo Pasolini della Cineteca di Bologna. Poi gli studiosi, Giacomo Longhi e Alireza Niazzadehnajafi e Iman Basiri hanno esaminato la ricezione dell'opera di Pasolini in Iran attraverso la ricognizione delle traduzioni delle sue opere in farsi e la diffusione della sua filmografia.
    La giornata si è conclusa con la proiezione del video "La verità sta nei sogni" sul cinema di poesia di Pasolini, realizzato dagli studenti della Scuola "Pietro della Valle", e le letture in italiano di Babak Karimi da "Il discorso dei capelli lunghi" e di Shabnam Nadimi dalle "Lettere luterane".
    (ANSA).

 

paso.jpg

 

Leggere Pasolini a Teheran, l'ambasciata d'Italia ricorda lo scrittore

 Il concerto di Giovanni Guidi in ambasciata a Teheran per i 100 anni dalla nascita di Pierpaolo Pasolini  

Il grande intellettuale italiano aveva uno speciale rapporto con l'Iran, la terra che aveva scelto per le riprese del film “Il fiore di mille e una notte”.

17 Febbraio 2022 1 minuti di lettura 

TEHERAN - Con un concerto del pianista Giovanni Guidi nella residenza dell’ambasciatore italiano Giuseppe Perrone, a Teheran si sono aperte le celebrazioni per il 100º anniversario dalla nascita di Pierpaolo Pasolini. La performance al pianoforte, intitolata “100 lettere d’amore”, è stata composta da Guidi per ricordare il grande scrittore e intellettuale italiano e lo straordinario impatto che ha lasciato nella cultura e nella società italiana. Lo svolgimento delle celebrazioni di Pasolini a Teheran assume un significato particolare alla luce dello speciale legame che il poeta italiano ebbe con l’Iran, terra che egli scelse per le riprese del film “Il fiore di mille e una notte”.

Nel presentare il suo progetto musicale, Guidi ha così commentato: “Cento comizi d’amore. Cento preghiere a Pier Paolo Pasolini. Cento preghiere a cento anni dalla sua nascita perché tutte e tutti vorremmo che non fosse mai morto”.

“La presenza nella capitale iraniana di Giovanni Guidi e della sua piccola orchestra ed il concerto esclusivo dedicato al grande intellettuale italiano innamorato delle terre d’oriente - ha detto l’ambasciatore Perrone - forniscono un‘indicazione particolarmente eloquente dei solidi rapporti storici tra Italia ed Iran e dell’importanza annessa dall’Ambasciata italiana a Teheran all’approfondimento delle relazioni culturali tra i due paesi".

PAS_CALLAS.jpeg

Giovanni Guidi e la sua “Little Italy Orchestra” si sono esibiti anche presso la Vahdat Hall di Teheran con il loro repertorio esclusivo di musica jazz in occasione della 37esima edizione del Fajr Music Festival, che si tiene ogni anno a metà febbraio con la partecipazione di musicisti da tutto il mondo.

Quest’anno la presenza dall’estero è stata limitata a causa della pandemia, ad eccezione appunto del gruppo italiano che ha effettuato un concerto pubblico dal vivo, una delle pochissime performance in presenza di artisti stranieri.

L’esibizione musicale nella residenza dell’Ambasciatore, è stata trasmessa in diretta su Instagram e sarà a breve disponibile sui canali Instagram (@ItalyinIran) e YouTube (Italian Embassy in Tehran) dell’Ambasciata.

PASOBICI.jpeg

 

 

 

 

Scritto da ROBERTO VILLA   
Stampa