Lettera all’Ambasciata e Consolato Britannico per la libertà di Julian Assange
Martedì 21 Giugno 2022 14:20

-assange-sito.jpg

 

17/06/2022 – La ministra dell’Interno del Regno Unito, Priti Patel, ha autorizzato l’estradizione di Julian Assange negli Usa per affrontare accuse relative alla Legge sullo spionaggio.

Questa decisione pone Assange in grande pericolo e invia un messaggio agghiacciante ai giornalisti in ogni parte del mondo”, ha dichiarato Agnés Callamard, segretaria generale di Amnesty International.

Se l’estradizione andrà avanti, Assange correrà il grande rischio di essere posto in isolamento prolungato, in violazione del divieto di maltrattamenti e torture. Le assicurazioni diplomatiche fornite dagli Usa, secondo le quali Assange non sarà tenuto in isolamento, non possono essere prese sul serio dati i precedenti”, ha aggiunto Callamard.

Facciamo sentire che i cittadini conoscono Assange e sono con lui, nonostante la sua vicenda sia stata confinata al margini del flusso di informazioni,

Abbiamo raccolto gli indirizzi mail dell’Ambasciata e Consolato Britannico e scritto una lettera da mandare loro  per dimostrare che dietro ad Assange ci sono milioni di uomini e donne che credono nei valori della libertà e del coraggio.

 Unisciti al canale Telegram BECCIOLINI NETWORK: t.me/canaleFAHRENHEIT912

DESTINATARIO Ambasciata britannica a Roma:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
DESTINATARIO Consolati britannici:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ambasciata Britannica Roma
Via XX settembre 80A
00187 ROMA

OGGETTO: Libertà per Assange

Egr. Ambasciatore Edward Llewellyn,
abbiamo appreso con grande tristezza la decisione del Ministro degli Interni inglese Priti Patel di concedere l’estradizione di Julian Assange.
Questa decisione condanna al sicuro ergastolo un paladino della verità.

Non ha commesso alcun crimine e non è un criminale. È un giornalista e un editore che ha ricevuto anche premi prestigiosi nel suo settore ed ora viene punito per aver fatto il suo lavoro, che spesso è stato ripreso anche dalla stampa internazionale.

Le ricordiamo con la presente che la parola „democrazia“ ha un’etimologia ben precisa δῆμος, démos, «popolo» e κράτος, krátos, «potere» ossia „governo del popolo“ e la democrazia è la forma di governo tanto decantata dall’Occidente.
La difendiamo talmente tanto da volerla esportare e da combattere i totalitarismi di altri paesi.

Julian Assange non ha fatto altro che raccontare la verità a chi ha diritto di conoscerla.

Ha reso noto crimini di guerra e portato prove degli stessi perpetrati dal paese che vuole la sua estradizione, che ha corrotto funzionari stranieri e fatto insabbiare inchieste giudiziarie.

Coloro che hanno riportato ciò che lui ha raccontato non hanno subito nessun processo. La conferma dell’estradizione non è altro che un atto di intimidazione per dissuadere altri dal fare vero giornalismo investigativo.

Questo non deve accadere.

Punirlo per questo significa essere contro la verità e contro la democrazia. Se la finta democrazia occidentale lo condannerà, ci sarà il vero risveglio delle coscienze e ciò sarà ben più pericoloso delle verità da lui pubblicate.

Assange deve essere liberato!

Distinti saluti

British Embassy Rome

Via XX Settembre 80A

00187 ROME

Egr. Ambassador Edward Llewellyn,

We learned with great sadness the decision of the British Interior Minister Priti Patel to grant the extradition of Julian Assange.

This decision safely sentences a champion of truth to life in prison.He hasn’t committed any crime and is not a criminal. He’s a journalist and publisher who has also received prestigious awards in his field and he’s now being punished for doing his job, which has often also been widespread by the international press.

We remind you here that the word “democracy” has a very precise etymology δῆμος, démos, “people” and κράτος, krátos, “power” or “government of the people” and democracy is the form of government so praised by West.

We defend it so much that we want to export it and fight the totalitarianisms of other countries.Julian Assange has done nothing but told the truth to those who have the right to know it.

He has made known war crimes and brought evidence of the same perpetrated by the country that wants his extradition of him, which has bribed foreign officials and covered up judicial investigations.

Those who reported what he said did not undergo any trial.Confirmation of extradition is nothing more than an act of intimidation to dissuade others from doing true investigative journalism. This doesn’t have to happen.

Punishing him for this means being against the truth and against democracy.If the fake Western democracy condemns him, there will be a real awakening of consciences and this will be far more dangerous than the truths he published.

Assange must be released!

Best regards

Scritto da BECCIOLINI NETWORK: t.me/canaleFAHRENHEIT912   
Stampa